Erica Major – La Signora del Dressage

La giovane atleta Erica Major comincia il suo percorso agonistico nel 2010 collezionando una serie di traguardi indiscussi per la disciplina del dressage e rappresentando al meglio lo sport sardo.
Insieme al suo compagno di avventure Zeffirello Di Vallenza, cavallo di razza Murgese, fortifica la sua carriera cimentandosi nella categoria D1 di Dressage.

Quando nasce la passione per l’equitazione?
La mia passione per l’equitazione è nata all’età di 4 anni, per caso, poi negli anni ho scoperto la disciplina del dressage e mi sono dedicata solamente a quello” – racconta l’atleta, laureata in Scienze delle Attività Motorie e Sportive con specialistica in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattata, poi perfezionata presso la prestigiosa Scuola Reale Andalusa dell’Arte Equestre di Jerez de la Frontera, Atleta e Tecnico dell’ACSD Caralis Equestre.

Innegabile affermare che solo con la dedizione e l’impegno costante si possono raggiungere risultati di alto livello e, con determinazione inesauribile, superare obiettivi sempre più allettanti. In fondo la giusta dose di competizione nello sport è fondamentale, il continuo porsi delle sfide da vincere.
Erica Major è un esempio in tal senso: è la prima atleta in assoluto nella storia del Dressage Sardo ad aver eseguito una ripresa di così alto livello nell’isola.
Già nel 2021 era stata la prima atleta Sarda nell’eseguire una M600.
Quanto questo sport ti ha regalato e quanto, se è accaduto, ti ha tolto o per il quale hai sacrificato qualcosa di importante?
L’equitazione mi ha sempre regalato tante soddisfazioni, soprattutto da quando ho preso il mio primo cavallo nel 2009, Zeffirello di Vallenza. Con lui mi sono avvicinata al mondo del dressage e ho iniziato con le prime gare. Mi ha permesso di crescere e di raggiungere tanti traguardi. Qualsiasi sport porta a fare dei sacrifici, grandi o piccoli che siano. L’equitazione richiede molto impegno, dedizione e disciplina, ma ne vale davvero la pena perché è uno sport bellissimo” – conferma puntuale Erica Major.

Quali aspetti nella tua disciplina vorresti si conoscesse, Erica?
Vorrei che fosse più conosciuto il Dressage in generale, purtroppo rimane ancora meno praticato rispetto ad altre discipline” – riferisce la campionessa che mira a promuovere il Dressage, l’equitazione e senza dubbio il rispetto per il cavallo.
Il Dressage è una disciplina equestre ancora poco nota ma di grande prestigio: la forma agonistica dell’equitazione accademica o di maneggio, sviluppatasi nel Cinquecento in Italia e affinata nel Settecento in Francia.
Definita anche gara di addestramento, nell’arte del dressage cavallo e cavaliere eseguono movimenti geometrici su un campo rettangolare, sino a una completa obbedienza raggiungendo un notevole livello di perfezione e di eleganza.

Il momento più emozionante vissuto e, se esiste, la delusione o l’insegnamento provati?
Il momento più emozionante è quando sono partita a Jerez de la Frontera per un corso di 5 giorni presso la Real Escuela andalusa dell’arte equestre, una delle più importanti accademie nel mondo dell’equitazione. È stato un momento davvero emozionante poter entrare in un luogo così importante da cavaliere.
Delusioni ce ne sono state parecchie, più o meno importanti, tutte hanno insegnato qualcosa” – testimonia la Major evidenziando quanto lo sport sia essenziale nella formazione individuale, regalando disciplina e stimoli positivi.

Una vita dedicata allo sport, senza cenni di fatica ma con tanto desiderio di proseguire al meglio: questa la strada perseguita da Erica Major.
Qualche suggerimento da dare ai giovani che si avvicinano al tuo settore?
Bisogna perseverare e non arrendersi.
Molti si scoraggiano alla prima caduta, ma fa parte del gioco, si impara anche così. Non è uno sport semplice, ci sono le giornate positive e quelle negative, se uno ama davvero questo sport ed è davvero appassionato, non abbandona” – parole mature e di incoraggiamento quelle della sportiva sarda.
Un desiderio futuro, nello sport o nella vita, che ti auguri?
Di fare sempre quello che mi rende felice, penso che nella vita sia la cosa più importante” – rivela Erica Major, confermando uno spirito genuino e ottimista che può solo essere apprezzato e preso a testimonianza nel perseguire progetti e ambizioni.

Federica Abozzi

 

Picture of Federica Abozzi

Federica Abozzi

Appassionata di scrittura da quando ho ricordo, grazie a una svolta inaspettata, riprendo e rinnovo il mio desiderio di mettere su fogli bianchi: parole e fantasia. Amo raccontare vite e vicissitudini con empatia e creatività. Scrivo rigorosamente con carta e penna tra scarabocchi e grafia incomprensibile, così che ogni pezzo respiri di autenticità.

GUARDA ANCHE

Riproduci video