Perseveranza e completezza: i miglioramenti di Riccardo Virdis

«Il nuoto è uno stile di vita per me. È una disciplina severa che non regala nulla e proprio grazie a questo ti forgia. Nuotare mi aiuta a superare i miei limiti e a non arrendermi davanti ai problemi che la quotidianità mette davanti». Le parole di Riccardo Virdis, 19 anni da 13 anni in vasca, testimoniano maturità e perseveranza, oltre che obiettivi ben chiari nonostante la giovane età. Il portacolori dell’Atlantide, seguito da quattro anni dal tecnico Alessandro Massa, è reduce da un’ottima settima prova tempi Assoluta andata in scena in vasca da 50 a Pirri nella piscina di Terramaini l’11 e il 12 maggio: Virdis ha preso parte a quattro gare, migliorandosi in tutte e quattro. Per lui è arrivata la vittoria sui 100 stile libero in 52’’47, il secondo posto sui 50 rana in 29’’98 dopo una bella sfida con Ludovico Bertelli della Promogest primo in 29’’84, poi altre due vittorie rispettivamente sui 50 farfalla in 25’’66 e sui 200 misti in 2’09’’82. Prestazioni che dimostrano uno stato di forma in crescita per il diciannovenne diplomato lo scorso anno al Liceo Michelangelo del capoluogo nell’indirizzo scientifico-sportivo, pronto a dire la sua in una stagione estiva che si preannuncia stimolante e ricca di occasioni per mettersi in mostra.

Riccardo partiamo dai tuoi risultati ai Criteria di aprile in vasca corta: sei arrivato ventiquattresimo sui 100 farfalla tra i Cadetti con il tuo nuovo personale e ventesimo sui 50 farfalla. Ti ritieni soddisfatto?

Sì, assolutamente. Sono state due ottime gare dove ho dato il massimo e che mi spingono a fare ancora meglio soprattutto sui 50 farfalla, dove qualche imprecisione di troppo non mi ha permesso di rendere come avrei voluto. Sui 100, invece, sono riuscito a esprimermi al cento per cento, senza perdere centesimi preziosi.

Tra le due prove in quale ti trovi meglio?

Difficile dirlo, perché comunque amo entrambe le distanze. Probabilmente però, soffermandomi attentamente sulle mie caratteristiche, direi 100 farfalla perché riesco a nuotare con più naturalezza gestendo meglio le mie energie.

Che giudizio dai della tua stagione in vasca corta?

Non è stata una stagione facilissima però mi sono ugualmente divertito e non ho mai mollato, nonostante qualche problema che si è presentato nel mio cammino. È stato fondamentale il supporto della mia famiglia, del mio tecnico Alessandro Massa, di Corrado Sorrentino per ciò che concerne la cura dei dettagli nel dorso, del mio nutrizionista Paolo Demurtas e del mio massaggiatore Giancarlo Tombolato.

Passiamo al presente e alle gare in vasca lunga: ti aspettavi di migliorarti in tutte e quattro le gare a cui hai preso parte nel corso della settima prova tempi?

Non me l’aspettavo, questo è un periodo di carico però ero consapevole di potermela giocare. Sicuramente ero molto tranquillo, avendo già il tempo limite sui 100 farfalla per i Criteria estivi di Roma, quindi sono sceso in vasca sereno e concentrato al punto giusto. Sono rimasto piacevolmente colpito dai miglioramenti sui 50 rana e, soprattutto, sui 200 misti su cui lavoreremo sempre di più in futuro.

Credi che i 200 misti saranno la gara su cui ti specializzerai?

Sicuramente è una gara che mi piace e su cui stiamo puntando, vedremo strada facendo. Nel mentre, teniamo tutte le porte aperte, pronti a metterci in gioco in ogni prova.

Quando ti rivedremo in vasca?

Gareggerò l’8 e il 9 giugno a Terramaini, dove disputerò i 50 e i 100 stile, oltre ai 50 rana e ai 200 misti.

Ti piacerebbe dedicarti al ruolo di allenatore una volta terminato il tuo percorso agonistico?

Sarebbe bello, non è assolutamente qualcosa che escludo. Se capiterà l’occasione, sarà stimolante cercare di trasmettere l’esperienza maturata ai ragazzi e alle ragazze più giovani che si approcciano a una disciplina formativa e appassionante come quella del nuoto.

Picture of Mattia Lasio

Mattia Lasio

Mattia Lasio è un funambolo della parola. Si alterna tra prosa, rime, articoli, racconti e molto altro che presto sarà chiaro. Cagliaritano classe 1995, si occupa di sport, cultura, spettacoli con gli occhi ben aperti su una quotidianità buffa che racchiude mille storie, apparentemente, celate.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video