Il Nuoto Club Cagliari si impone al ”Sardegna Nuota”

Mettersi in gioco a qualunque età, in qualsiasi contesto e circostanza. Sempre all’insegna del sano agonismo e della passione che non manca mai. Questi sono i fondamenti dell’attività master che, a ogni gara, dimostra quanto lo sport in ogni fase della vita può regalare emozioni e stimoli preziosi per cercare di migliorarsi. E se si parla di attività master, in Sardegna, non mancano appuntamenti particolarmente sentiti come dimostra la ventiduesima edizione dell’evento ‘’Sardegna Nuota’’, andata in scena domenica 5 maggio in vasca corta nella piscina di Terramaini a Pirri. Un grande classico del nuoto sardo, organizzato dal Nuoto Club Cagliari e ideato dal direttore sportivo Cesare Goffi 66 anni, inserito nel Circuito Nazionale Supermaster Fin 2024, che ha coinvolto ben 150 atleti. Ad avere la meglio è stato il Nuoto Club Cagliari che si è imposto con 15043,500 punti, alle sue spalle la Rari Nantes Cagliari con 14561,970 punti, al terzo posto l’All Together in 12622,780. Tra gli atleti presenti non sono mancati veterani come Carlo De Giorgi, 70 anni presidente del Nuoto Club Cagliari che ha nuotato i 400 stile libero in 5’59’’35.

Il commento

«Siamo molto soddisfatti di come sia andata questa edizione», le parole di Cesare Goffi. «La partecipazione è stata buona, nonostante l’appuntamento sia stato spostato da marzo a maggio. Vedere tante persone in vasca è sempre un piacere: nonostante l’età, non cambia il modo di affrontare le gare, la passione e l’impegno che vengono messi sono i medesimi come dimostra anche l’esperienza del campione Filippo Magnini. Certo, con il passare degli anni, viene meno l’intensità ma il desiderio di fare bene rimane invariato. I Master si allenano con molta dedizione, si va da un minimo di tre volte alla settimana a un massimo di cinque volte, per una durata di almeno un’ora. Archiviata questa nuova edizione del ‘’Sardegna Nuota”, chi si vorrà cimentare in un’ultima sfida in vasca, prima dell’avvio delle gare in acque libere, avrà l’opportunità di gareggiare il 25 maggio».

Le gare

Sul fronte individuale, non sono mancate le prove con ottimi segnali e confronti agguerriti: sui 50 farfalla a imporsi è Simone Cicalò (Swim Sassari) in 27’’85 che poco dopo fa sua anche la doppia distanza in 1’01’’33. Tra le donne, la veterana Carla De Gioannis (Rari Nantes Cagliari) vince in 33’’65. Sui 100 stile libero va in scena una bella sfida tra i due portacolori della Rari Nantes Cagliari Nicola Zorcolo e Massimo Fanni, rispettivamente primo e secondo in 56’’20 e 56’’87. Sui 50 e 100 dorso ad avere la meglio è un altro esponente di primo piano del settore Master ovvero Matteo Ortu dell’Esperia che vince in 29’’43 e in 1’04’’13. Sui 100 rana femminili molto bene Elena Mura (All Togheter) prima in 1’35’’97, sui 50 rana invece a imporsi nettamente sono, tra gli uomini, Lorenzo Daniele Carta (Swim Sassari) in 28’’83 mentre tra le donne Iolanda Marta Mura (Rari Nantes Cagliari) in 39’’91. Tempi, vittorie, piazzamenti ma, soprattutto, ciò che resta al termine di questa nuova edizione è la consapevolezza che non è mai troppo tardi per mettersi alla prova e regalarsi tante avventure all’insegna di bracciate e virate grazie a cui scoprire nuovi lati di sé, sia sotto il profilo fisico che mentale.

 

Picture of Mattia Lasio

Mattia Lasio

Mattia Lasio è un funambolo della parola. Si alterna tra prosa, rime, articoli, racconti e molto altro che presto sarà chiaro. Cagliaritano classe 1995, si occupa di sport, cultura, spettacoli con gli occhi ben aperti su una quotidianità buffa che racchiude mille storie, apparentemente, celate.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video