Doppio record sardo per Silvia Piras nella categoria Ragazze sugli 800 e 1500 stile

I risultati di valore arrivano con pazienza e perseveranza. Sono frutto di allenamenti intensi e di un percorso di crescita umano, prima ancora che sportivo, costante. Un percorso di crescita che Silvia Piras affronta giorno dopo giorno con entusiasmo e la leggerezza dei suoi 14 anni appena compiuti. La nuotatrice dell’Esperia, seguita dal giovane tecnico Mauro Coni 31 anni, l’11 e il 12 maggio in vasca lunga nella piscina di Terramaini a Pirri ha stabilito i nuovi record sardi della categoria Ragazze imponendosi nettamente sugli 800 e sui 1500 stile libero, distanze che ha nuotato rispettivamente in 9’20’’68 – corsia 4 per lei e un passaggio a metà gara in 4’38’’87 – e in 17’53’’32 con un passaggio in corsia 5 ai 750 metri in 8’54’’20. Due nuovi record sardi di categoria ottenuti al termine di due prove caparbie e decise sin dalle prime fasi, affrontate al contempo con intelligenza e un ritmo regolare. Oltre ai due primati regionali, per l’esperina arriva anche il primo posto sui 400 stile libero con il nuovo personale di 4’34’’39. Prestazioni, queste, che danno fiducia in vista dei Tricolori giovanili.

L’analisi

«Silvia è stata brava, ha affrontato queste gare con grinta e con la consapevolezza di poter fare bene», il commento del suo tecnico Mauro Coni che la segue da quattro anni. «Si è presentata ai blocchi di partenza con il desiderio di fare bene senza però caricarsi di aspettative e tensioni fini a se stesse. È giovanissima ed è doveroso che oltre alla componente agonistica ci sia quella del divertimento che non deve mancare per nessun motivo». Quali sono le caratteristiche della nuotatrice, che frequenta la terza media al Nuovo Collegio della Missione di Cagliari? «Ha un’ottima altezza e leve lunghe», spiega Coni, «che le consentono di avere una buona galleggiabilità e al contempo pieno controllo della sua azione e una coordinazione brillante. La sua è una nuotata leggera, grazie a cui si distende bene e grazie alla quale riesce a essere incisiva».

Il futuro

I punti di riferimento importanti non le mancano, come ad esempio Federica Pellegrini e Simona Quadarella che ai Mondiali di Doha del 2024 in vasca da 50 metri ha vinto la medaglia d’oro sia sugli 800 che sui 1500 stile libero. Distanze che la portacolori granata affronta con brio e desiderio di mettersi alla prova. «Adesso è il momento di pensare ai prossimi appuntamenti», conclude il suo allenatore. «Silvia gareggerà con la rappresentativa sarda il 24 e il 25 maggio a Golfo Aranci sui 3 km e sul miglio in acque libere.  Le prossime gare in vasca saranno, invece, il 2 giugno a Terramaini in occasione dei campionati sardi a squadre. Nel mentre continuiamo ad allenarci con la massima serietà e umiltà, pronti a dare il meglio di noi».

Picture of Mattia Lasio

Mattia Lasio

Mattia Lasio è un funambolo della parola. Si alterna tra prosa, rime, articoli, racconti e molto altro che presto sarà chiaro. Cagliaritano classe 1995, si occupa di sport, cultura, spettacoli con gli occhi ben aperti su una quotidianità buffa che racchiude mille storie, apparentemente, celate.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video