Rudyard Kipling – Il Libro della Jungla

Un piccolo cucciolo di uomo salvato da una pantera, educato da un orso e cresciuto in un branco di lupi. Una tigre senza scrupoli ed uno sciacallo infido. Le incomprensibili “Bangar – Log”, le scimmie grigie che abitano i resti di un’antica città reale. Benvenuti nella Jungla.

MOWGLI, SHERE KAN, BAGHERA, BALOO

Le storie narrate ne “Il Libro della Jungla” (parliamo del primo dei due volumi realizzati da Kipling. NdA) ci trascina all’interno della Jungla indiana: misteriosa, ove esistono dei precetti, la cosiddetta “Legge della Jungla”. Come riuscirà il cucciolo d’uomo Mowgli a sopravvivere?

PERCHÉ LEGGERLO

Scritto nel 1894 dall’inglese Rudyard Kipling, “Il Libro della Jungla” è semplicemente fantastico: diverse storie si intrecciano tra loro, quasi fossero narrate davanti ad un falò. Le vicende di Mowgli e dell’acerrimo nemico Shere Kan si incrociano ad altre storie, in un continuo salto tra passato e presente. Da leggere quando si è piccoli e rileggere da adulti. Immancabile.

A. b. C. Alberto Caboni

A. b. C. Alberto Caboni

Nato l’anno dopo il trionfo del Mundial Spagnolo nella millenaria città di Cagliari, muove i suoi primi passi con una penna in mano, alla ricerca costante di fogli bianchi da riempire di lettere, parole, periodi, paragrafi. Dietro l’acronimo-pseudonimo si nasconde un essere senza volto (o quasi).

GUARDA ANCHE

Play Video
Play Video