Riccardo Bertoldi – Mi prometto il mare

Mi prometto il mare è la sua penultima  fatica letteraria di Riccardo Bertoldi. Un romanzo rosa, una storia d’amore che parla all’anima e al tempo stesso in grado di poter suscitare forti emozioni. Un libro di facile lettura, scorrevole per una trama coinvolgente per gli appassionati del genere. Il romanzo parla di Sofia, la quale scopre il tradimento del suo compagno Edoardo e da lì tutto il mondo sembra crollarle addosso. A quasi quarant’anni capisce che è giunto il momento di “promettersi il mare”, di smettere con la routine che l’ha condotta fin lì e iniziare davvero a inseguire i sogni che ha messo da parte troppo a lungo. La sua nuova vita, però, la riporta indietro nel tempo, a un’estate di più di vent’anni prima: l’incontro con Enea, il suo primo amore di gioventù, diversi e al tempo stesso affini. Una relazione che non è durata, il classico flirt estivo ma dal quale si può trarre l’insegnamento che la scintilla del vero amore non può mai davvero spegnersi.

La narrazione è scritta tutta al tempo presente. Ai capitoli che mostrano le estati passate di Sofia a Riva del Garda si alternano quelli vissuti nel presente e questo invoglia a proseguire la lettura, per sapere come si è arrivati a quel punto. Storia di vita quotidiana da cui prendere spunti e riflessioni circa la visione della vita. Un romanzo che può essere davvero interessante approfondire perché è stato scritto da un uomo il quale ha messo in risalto e in primo piano le qualità e le contraddizioni di una donna moderna. L’autore, Riccardo Bertoldi, è molto seguito sui suoi profili social e ha pubblicato per la casa editrice Rizzoli libri ben cinque romanzi.

Leggo queste parole e mi commuovo un po’, perché so molto bene quanto si senta sola la donna che le ha scritte. Vorrei rassicurarla dentro il calore di un abbraccio, incontrarla fra qualche anno e poterle dire che queste notti trascorse a chiedersi se fosse colpa sua sono solo lacrime sperate. E che, contrariamente a quanto pensava, ce l’ha fatta. A quel pensiero sorrido, perché quella donna sono io. Ho scritto questa lettera tre giorni fa, la sera in cui ho scoperto l’uomo che amo a letto con un’altra donna. La sera in cui ho dovuto guardare il mio mondo andare in mille pezzi, e cestinare il sogno di una casa insieme, del futuro che immaginavo, di quella vita semplice ma soddisfacente che avevo sempre desiderato. Sono seduta a gambe incrociate nella piccola cucina di quella che fino a qualche giorno fa era casa nostra e che adesso, invece, è diventata casa mia.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video