Philip K. Dick – Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

1992, Terra. Dopo una guerra nucleare, pochi umani vivono ancora sul pianeta. Tra questi, un giovane cacciatore di taglie, Rick Deckard, specializzato nell’identificazione ed arresto degli androidi ribelli.

CHI È UMANO? CHI È REALE?

Rick entra in ballo dopo che scopre che alcuni replicanti della serie Nexus 6 sono fuggiti dalla colonia extramondo di Marte diretti sulla Terra. La peculiarità dei Nexus 6 è quella di risultare assolutamente irriconoscibili rispetto ad un umano “vero”. Ma – del resto – chi è vero e chi no?

PERCHÉ LEGGERLO

“Ma gli androidi…” è uno dei libri più famosi di Dick, soprattutto per via della trasposizione cinematografica del 1980, con il titolo di “Blade Runner”, la regia di Ridley Scott ed Harrison Fors a dare volto ed anima a Rick Deckard. Leggilo perché Dick è un Maestro nel confondere, nel porre in dubbio anche quelle che sembrano dogmi, certezze incrollabili. E se crollassero come un castello di carte? E se tutto quello che ritieni vero non lo fosse o non come lo concepisci tu?

Picture of A. b. C. Alberto Caboni

A. b. C. Alberto Caboni

Nato l’anno dopo il trionfo del Mundial Spagnolo nella millenaria città di Cagliari, muove i suoi primi passi con una penna in mano, alla ricerca costante di fogli bianchi da riempire di lettere, parole, periodi, paragrafi. Dietro l’acronimo-pseudonimo si nasconde un essere senza volto (o quasi).

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video