Jonathan Swift – I Viaggi di Gulliver

Lemuel Gulliver, suddito inglese con la passione per i viaggi d’affari e con una spiccata capacità di imparare lingue straniere, vive una vita fantastica, incontrando e confrontandosi con popolazioni davvero uniche.

DAI LILLIPUZIANI AI GIGANTI, QUANTI VIAGGI PER LEMUEL

Il nostro protagonista, nel corso degli anni, avrà modo di visitare culture totalmente differenti rispetto a quella inglese, di cui fa parte. Questo sarà un ottimo spunto per il confronto, per evidenziare pregi e difetti della società inglese coeva all’autore, Jonathan Swith

PERCHÉ LEGGERLO

 Scritto nel 1726 e riveduto nel 1735, “I Viaggi di Gulliver” è un libro di avventure che nasconde, neanche tanto, una critica tagliente verso i costumi inglesi. Da leggere perché l’attualità delle argomentazioni di Gulliver è sbalorditiva. Unico, da vivere appieno.

Picture of A. b. C. Alberto Caboni

A. b. C. Alberto Caboni

Nato l’anno dopo il trionfo del Mundial Spagnolo nella millenaria città di Cagliari, muove i suoi primi passi con una penna in mano, alla ricerca costante di fogli bianchi da riempire di lettere, parole, periodi, paragrafi. Dietro l’acronimo-pseudonimo si nasconde un essere senza volto (o quasi).

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video