Fred Uhlman – L’Amico Ritrovato

Nella Germania dei primi anni ’30 due ragazzi estremamente diversi tra loro stringono una forte amicizia. Sarà il destino –e l’ascesa di un dittatore– a separarli.

 Hans & Konradin: così diversi, così simili
il protagonista e narratore della storia si chiama Hans. È di umili origini e la sua famiglia è ebrea. Konradin, al contrario, appartiene alla nobiltà prussiana: una famiglia che, da generazioni, è sempre stata al centro degli eventi cruciali che hanno reso grande la Germania. Con l’ascesa del Führer, i destini dei due ragazzi si separeranno per poi ritrovarsi- indirettamente- in un finale tragico e inaspettato.

Perché leggerlo
Scritto nel 1971 da Fred Uhlman, “L’Amico Ritrovato” è un romanzo breve che riesce a trasmettere, pagina dopo pagina, il senso di amicizia stretto e forte che si instaura tra due ragazzi così simili eppure così diversi. Non solo: con lo scorrere della storia, avanza anche il nazismo e le conseguenti leggi razziali.
Da leggere per non dimenticare mai che l’amicizia, quella vera, è capace di superare tutto, anche gli ideali più folli e forti. 

 

 

A. b. C. Alberto Caboni

A. b. C. Alberto Caboni

Nato l’anno dopo il trionfo del Mundial Spagnolo nella millenaria città di Cagliari, muove i suoi primi passi con una penna in mano, alla ricerca costante di fogli bianchi da riempire di lettere, parole, periodi, paragrafi. Dietro l’acronimo-pseudonimo si nasconde un essere senza volto (o quasi).

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video