Antonio Lanzetta – L’uomo senza sonno

Uscito lo scorso 7 ottobre, il nuovo romanzo di Antonio Lanzetta, L’uomo senza sonno è una storia di formazione dark. Un racconto di vita, un mix di emozioni miscelati con l’amicizia e la paura. Un concentrato tra il giallo e il genere thriller come si può subito notare dalla copertina. Il frutto di due anni di scrittura e che finalmente ha preso vita tra i lettori amanti di questo genere.

Una storia ambientata nel secondo dopoguerra. Bruno, tredici anni vive in un orfanotrofio vicino Salerno, vittima delle angherie degli altri ragazzi. L’amicizia con Nino, il nuovo arrivato, sarà salvifica poiché riuscirà a rendere sopportabile il soggiorno in istituto.

Con l’inizio della stagione estiva, i ragazzi saranno coinvolti in un’esperienza lavorativa presso una ricca famiglia del circondario. Ed è proprio in questa occasione che accadono cose strane e la narrazione inizia a essere più fitta e intrigante.

Definita una storia spaventosamente stimolante, dai tratti oscuri e indecifrabili da lasciare con il fiato sospeso. Dalle esperienze di bullismo, all’avventura di vita, tappe tipiche dell’adolescenza, costellato al tempo stesso da un periodo di grandi ideali. Un periodo in cui i ragazzi giocano a fare gli adulti.

Con l’uomo senza sonno, l’autore ha voluto rafforzare le sue precedenti pubblicazioni. Ancora una volta mette in primo piano i giovani e si rivolge proprio a loro confrontandosi con il subbuglio di emozioni che li sovrastano.

Vanessa Amico

Vanessa Amico

Siciliana doc, classe 1990, amante di esplorare posti nuovi, curiosa di tutto ciò che mi circonda, ho fatto di questo difetto (forse) il mio più grande pregio: amo scrivere, adoro raccontare. Oltre che collaborare per il periodico GpReport.it, scrivo per il blog di una web radio e per il quotidiano La Sicilia.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video