Alexandre Dumas – Il Conte di Montecristo

All’indomani della sconfitta di Napoleone e della Restaurazione, il giovane Edmond Dantes viene accustao (ingiustamente) di Bonapartismo e imprigionato. Parrebbe per sempre, ma…

 

L’Abate Faria e la Vendetta

In prigione, Edmond (promesso sposo, viene arrestato nel giorno delle sue nozze) conosce l’enigmatico Abate Faria. Dopo ben quattordici anni di prigionia, Dantes riuscirà a fuggire, riacquistando la libertà e una provvidenziale fortuna economica. Il suo unico scopo nella vita, da quel momento in poi, sarà vendicarsi di coloro che hanno tramato alle sue spalle.

 

Perché leggerlo

Scritto da Alexandre Dumas, “Il Conte di Montecristo” è forse uno dei romanzi più belli firmati dal francese. Tra una rappresentazione dettagliata (e veritiera) della Restaurazione e del “ritorno” ai Regimi totalitari, Edmond Dantes si muove liquido verso la vendetta. Uno spaccato della Francia della prima metà dell’Ottocento, in cui non tutto volge verso il lieto fine. 

A. b. C. Alberto Caboni

A. b. C. Alberto Caboni

Nato l’anno dopo il trionfo del Mundial Spagnolo nella millenaria città di Cagliari, muove i suoi primi passi con una penna in mano, alla ricerca costante di fogli bianchi da riempire di lettere, parole, periodi, paragrafi. Dietro l’acronimo-pseudonimo si nasconde un essere senza volto (o quasi).

GUARDA ANCHE

Riproduci video