Alessandro Salvatore Ferrara – La ragazza di Pozzallo

La ragazza di Pozzallo è il secondo romanzo dell’autore siciliano Alessandro Salvatore Ferrara. Il libro affonda le proprie radici nella tradizione letteraria oltre che del territorio e della cultura siciliana. Il mare blu e il sole sempre splendente della trinacria fanno da sfondo alle indagini dell’ispettore Capraro. in questo romanzo è alle prese con un delitto che porterebbe chiunque a credere nel suicidio della vittima, attorno al quale si infittisce sempre più una rete di fatti criminosi. Il genere, quindi, è adatto per i lettori che amano il poliziesco, ma solo a livello strutturale. L’indagine, infatti, non sarà facile, rivelandosi parecchio intricata, una sorta di pretesto a cui si sviluppa a sua volta un’altra storia. L’incontro con due immigrati sopravvissuti a un naufragio porterà l’ispettore la triste realtà che si nasconde dietro la famigerata “accoglienza”, la quale si sintetizza tra chi vuole aiutare e chi non desidera lo straniero in patria.

All’interno della struttura narrativa oltre a essere presenti i fatti di sangue, attorno al quale vi è lo sdegno e la morbosa curiosità dei media, vi sono anche dei delitti silenti, i quali vengono operati nei confronti di uomini, donne e bambini innocenti, i cui diritti, sogni e ambizioni vengono costantemente mortificati, repressi e negati. L’ispettore Capraro, uomo solo e desideroso di una famiglia, accoglierà i due eritrei scampati alla violenza subita nella loro terra e nel loro viaggio, finito con un naufragio e cercherà di creare una famiglia allargata, con un bambino quasi nato sulla spiaggia che tratterà come un suo nipotino. Le due vicende, quella poliziesca e umana, entrambe legate alla tematica dell’immigrazione, finiranno nell’avere molte cose in comune tra loro, generando un finale con il quale l’autore non ha risparmiato paure e sorprese. L’intera narrazione si presenta scorrevole e piacevole al lettore, con molti riferimenti dialettali.

Lo scrittore, Alessandro Salvatore Ferrara è nato a Caltanissetta, trascorrendo parte della sua vita tra la sua città natale, Palermo e la provincia di Ragusa, apprezzando ancor di più tutto il territorio siculo. Di recente ha riscoperto la passione per la scrittura, pubblicando due suoi romanzi. Dopo che nel 2020 è uscito il suo primo libro, “Good Morning Sicily, la prima e ultima Repubblica”, di recente la sua ultima fatica letteraria, “La ragazza di Pozzallo” e in programma vi è anche una terza stesura.

 

Picture of Vanessa Amico

Vanessa Amico

Siciliana doc, classe 1990, amante di esplorare posti nuovi, curiosa di tutto ciò che mi circonda, ho fatto di questo difetto (forse) il mio più grande pregio: amo scrivere, adoro raccontare. Oltre che collaborare per il periodico GpReport.it, scrivo per il blog di una web radio e per il quotidiano La Sicilia.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video