Fantacalcio 35° giornata

 

A cavallo tra le semifinali europee, stranamente affollate di compagini dello stivale, la Serie A torna in campo per disputare la 35° giornata e continuare la sua volata finale. Vediamo quali campioncini sono stati scelti dalla redazione di GP Report per farvi avvicinare alla meta a poche giornate dal termine.

 

Portieri:

Maignan (Milan): Il portierone rossonero è sempre una sicurezza quando si trova a difendere i pali del suo Milan e quando è mancato, è stata tutta la squadra a perdere fiducia nei propri mezzi. Le sue parate sono sempre superlative è possiede un’attenzione nel muovere la difesa maniacale. Contro lo Spezia non dovrebbe avere troppi grattacapi, nonostante il probabile turnover, e per questo crediamo possa svolgere una partita maiuscola.

Provedel (Lazio): La rivelazione tra i pali di questa stagione è stata una delle sorprese più gradite dell’intero campionato e il suo apporto sta consentendo ai biancocelesti di giocarsi delle posizioni che difficilmente avevano occupato in passato. La sua genuina voglia di far bene lo rende amabile anche ai tifosi delle altre squadre e il suo talento è indiscutibile. Contro il Lecce è necessaria una vittoria per riprendersi momentaneamente la seconda posizione e crediamo che la porta verrà sbarrata proprio dall’ex Spezia, che ha ottime chance di aggiudicarsi l’imbattibilità.

 

Difensori:

Zappacosta (Atalanta): L’esterno italiano ha passato gran parte della stagione in infermeria a causa di un brutto infortunio ma da quando è tornato ha dimostrato il suo peso specifico nello scacchiere di Gasperini e sta portando a casa prestazioni fondamentali per la Dea. La sua propensione offensiva poi l’ha portato a siglare tre goal e un assist e crediamo possa ripetersi ancora già dal prossimo match che lo attende con la Salernitana. La trasferta all’Arechi non sarà una passeggiata ma crediamo che l’ex Torino possa risultare decisivo all’interno dell’incontro.

Darmian (Inter): Il difensore nerazzurro ha trovato continuità di prestazioni durante il corso della stagione e sta svolgendo in modo ammirevole il nuovo ruolo di difensore centrale che Simone Inzaghi gli ha affidato. Questo sacrificio gli ha permesso di trovare un minutaggio maggiore, anche se a soffrire è stata la sua propensione offensiva. Contro il Sassuolo sarà un match difficile soprattutto per il momento in cui è collocato, a metà tra le semifinali di coppa, ma crediamo che l’ex Manchester United possa svolgere una grande partita, si spera condita da un bello stacco vincente in area avversaria.

Oliveira (Napoli): Il terzino sinistro dei partenopei è stato un’ottima risorsa subentrante durante il corso di tutta la stagione e l’infortunio del compagno di reparto Mario Rui gli sta dando la possibilità di trovare spazio in questi ultimi appuntamenti che mancano in quest’annata incredibile. La sua spinta è più che apprezzata e grazie alle sue doti in area avversaria ha già collezionato due goal e un assist. Contro il Monza sarà un bel match aperto e ci aspettiamo una sua ottima prestazione facendo su e giù sul lato mancino.

Singo (Torino): L’esterno ivoriano è tornato a essere decisivo sotto porta dopo un lungo periodo di astinenza e finalmente sembra essere tornato un punto centrale della manovra granata com’era fino a qualche anno fa. La sua potenza muscolare e l’ottimo tempismo d’inserimento lo rendono un tornante moderno adatto al calcio del nostro torneo e infatti è già riuscito a siglare 2 goal e 1 assist. Contro il Verona sarà di fronte a una squadra agguerrita e desiderosa di punti salvezza ma crediamo che il laterale destro di Juric possa dominare in lungo e in largo l’intera fascia.

 

Centrocampisti:

Milinkovic-Savic (Lazio): Il centrocampista serbo si trova in un momento un po’ difficile nelle ultime uscite e non sta riuscendo più a esprimersi come in lunghi tratti della stagione. Il suo talento naturalmente non è messo in discussione e il fatto che sia uno dei contendenti favoriti al titolo di centrocampista più di valore del nostro campionato la dice lunga sulla sua caratura. Per far sì che gli aquilotti raggiungano l’obiettivo c’è bisogno anche delle sue giocate e chissà che non possa arrivarne una dimostrazione già nel match di stanotte con il Lecce, in cui crediamo possa iniziare la sua rinascita.

Pasalic (Atalanta): Il centrocampista dei bergamaschi non sta trovando la stessa continuità di presenze e prestazioni che ci aveva mostrato nello scorso torneo e siamo sicuri di non scandalizzare nessuno quando parliamo di stagione non troppo esaltante. Nonostante ciò, sono comunque tre le marcature trovate fino a qui e siamo convinti che contro una formazione modesta come quella salernitana può aumentare il suo bottino. La gara non sarà per niente semplice, soprattutto in trasferta, ma siamo fiduciosi nel buon rendimento dell’ex Milan.

Chiesa (Juventus): L’ala bianconera è stata lontana dai campi per lunghi tratti della stagione, a causa dell’ennesimo infortunio che lo tedia in questi anni giovanili di carriera, e anche quando è stato reintegrato è stato usato con il contagocce per evitare ricadute. Nonostante ciò, la sua bravura è nota a tutti e il fatto che non abbia ancora trovato il goal è solo frutto delle poche presenze fatte, appena tre da titolare. Contro la Cremonese ci sono buone chance che parta dall’inizio e chissà che la prima marcatura stagionale non la trovi proprio contro i grigio rossi.

Elmas (Napoli): Il centrocampista dei partenopei è stato la riserva perfetta di questo Napoli modalità scudetto e la sua duttilità gli ha permesso di essere la scelta scontata di Spalletti nella maggior parte delle partite. Le sue qualità tecniche sono indiscutibili e la sua bravura nel cercare la porta gli ha permesso di ben sei reti e tre assist. Contro il Monza partirà dal primo e gli verranno assegnati doveri d’ala e per questo siamo convinti che riuscirà a trovare l’ennesimo bonus stagionale, in un fine campionato in cui può davvero farsi notare.

Verdi (Verona): Il trequartista degli scaligeri sta conducendo i suoi verso la speranza della salvezza, dopo un’annata che definire disastrosa sarebbe un complimento, e il suo ottimo momento è certificato dai tre goal trovati nelle ultime quattro partite. Il suo talento è indiscutibile ma ciò che manca è la testa, spesso troppo condizionata dai pensieri momentanei. Contro il Torino la parola d’ordine sarà però concentrazione, se si vogliono rosicchiare punti vitali per poter continuare a lottare per rimanere nella massima serie.

 

Attaccanti:

Lukaku (Inter): L’attaccante belga sta ritrovando fiducia e continuità di prestazione in quest’ultima parte di stagione nerazzurra e anche grazie ai suoi goal che l’Inter si sta giocando un posto nella finale più importante d’Europa. Basta immaginare che nelle ultime quattro partite è riuscito a mettere a segno ben tre goal e tre assist, dei numeri alieni se si pensa alla prima metà di campionato. Il match che lo attende con il Sassuolo sembra abbordabile e siamo certi lo voglia sfruttare per mettere il dubbio al suo allenatore su chi scegliere per la semifinale di ritorno, visto che all’andata ha trovato posto dal primo Dzeko.

Zapata (Atalanta): La punta colombiana sta finalmente ritrovando se stesso in quest’ultimo frangente di campionato, dopo essere stato uno dei colpi sicuri bucati di quest’annata incredibile, tra le peggiori della sua carriera. Nelle ultime uscite si notano proprio i miglioramenti fatti a livello di fiducia e i bonus che sono arrivati ne sono la prova. Contro la Salernitana avrà ancora occasione di partire dal primo e crediamo possa continuare il suo filotto di buone prestazioni con un bel goal nel fortino dei granata.

Cambiaghi (Empoli): Il giovane attaccante dei toscani è completamente in rush da qualche giornata e segna consecutivamente il suo goal settimanale da tre weekend di fila. Questa sua costanza gli ha permesso di avere tanti occhi puntati addosso e chissà che nella prossima stagione non possa essere l’acquisto scommessa di qualche squadra che si gioca l’Europa. Contro la Sampdoria può continuare a stupire e a far parlar bene di se, in un match contro una formazione che non ha più nulla da chiedere al campionato.

Sanabria (Torino): La punta paraguaiana sta vivendo un momento magico, da quando colui che sta scrivendo questo articolo lo ha venduto in entrambe le competizioni che svolge, e nella seconda parte della stagione sta tenendo un ritmo a dir poco pazzesco. Nove realizzazioni dalla 17° giornata sono cifre da capogiro e che da un giocatore che è stato spesso ai margini della squadra come lui non ci si aspettava. Contro il Verona potrà continuare il suo magico momentum e rispedire di un’altra settimana i sogni di salvezza scaligeri.

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video