Fantacalcio 2023/24 – 37° giornata

La Serie A continua la sua marcia inesorabile verso la fine del torneo e in questo weekend scenderà in campo per disputare il 37° turno di campionato. Vediamo quali sono state le scelte di GP Report per farvi ottenere il successo in questo penultimo appuntamento!

 

Portieri:

Svilar (Roma): L’estremo difensore giallorosso è stato una delle piacevoli scoperte della stagione romanista e da quando ha iniziato a giocare con continuità, i suoi hanno riacquisito quell’aria da grande squadra che nel corso della prima parte si era smarrita. In questo finale di stagione c’è bisogno di lui per sperare in una rocambolesca qualificazione in Champions e crediamo che contro il Genoa, suo prossimo avversario, avrà tutte le intenzioni di mantenere la sua porta sigillata.

Di Gregorio (Monza): Il portierone dei brianzoli sta concludendo un’altra ottima stagione a difesa della porta dei bianco rossi, confermandosi tra i migliori esponenti del ruolo in tutto il torneo grazie a parate mai banali e sempre decisive. Contro il Frosinone non sembrerebbe di fronte a una partita troppo difficile e per questo crediamo in una sua ottima valutazione a fine match.

 

Difensori:

Scalvini (Atalanta): Il centrale bergamasco ha avuto una seconda parte di torneo un po’ in penombra dopo un inizio davvero convincente, ma nonostante ciò le sue prestazioni non si sono mai adagiate su voti troppo negativi. La sua continuità è un punto fermo per Gasperini e crediamo che contro il Lecce avrà occasione di svolgere un’ottima partita difensiva, con sempre la speranza che possa essere decisivo anche in avanti.

Angelino (Roma): Il terzino romanista non è riuscito a dare una svolta evidente alla situazione sulla fascia sinistra della squadra della Capitale, alternando buone prestazioni a uscite sicuramente dimenticabili. In questo finale di stagione c’è ancora tempo per entrare nel cuore dei suoi tifosi e chissà che non possa essere proprio il match che lo attende con il Genoa l’occasione adatta per farlo.

Kamara (Udinese): L’esterno dei friulani ha avuto il compito molto difficile di rimpiazzare Udogie sulla fascia, dopo due stagioni da protagonista, ma con risultati non all’altezza. D’altronde tutta la squadra ha avuto un’importante flessione, ma le ultime settimane parlano di un entusiasmo ritrovato e chissà che non si possa centrare la salvezza già nel prossimo match con l’Empoli, in un dentro fuori decisivo per la corsa salvezza.

Zortea (Frosinone): L’esterno dei ciociari si è messo in mostra qualche settimana fa con un grande goal e in generale sta risultando uno degli elementi migliori della formazione di Di Francesco. Il suo impiego contro il Monza può essere chiave per ottenere dei punti salvezza importanti e per questo ci aspettiamo una buona gara da parte dell’ex Sassuolo.

 

Centrocampisti:

De Ketelaere (Atalanta): Il trequartista belga è sbocciato definitivamente alla corte di Gasperini e ha realizzato una stagione impensabile per le valutazioni che si facevano solo dodici mesi orsono. I nove goal e sei assist sono numeri da vero fenomeno e contro il Lecce avrà certamente la possibilità di continuare questo grande momento, si spera raggiungendo una bella doppia cifra.

Pellegrini (Roma): Il capitano giallorosso si è galvanizzato dall’arrivo sulla panchina della Roma di De Rossi, rivelandosi l’uomo più rappresentativo dei suoi e tornando a essere decisivo com’era stato in passato. Le otto reti e tre assistenze raccolte sono un buon bottino per l’ex Sassuolo e chissà non debba aggiornarlo al termine del match che lo attende con il Genoa, in novanta minuti che contano davvero solo per una delle due squadre.

Folorunsho (Verona): Il centrocampista gialloblù è tornato un po’ a nascondersi dopo una parte centrale di campionato da grande protagonista ma il suo passo indietro ha consentito ai suoi di esprimersi con grande qualità, avvicinandosi significativamente a una salvezza che è dietro l’angolo. Una vittoria con la Salernitana vorrebbe dire salvezza matematica e siamo convinti che il giocatore in prestito dal Napoli vorrà fare di tutto per mettere la sua firma, in vista di una futura destinazione prestigiosa.

Samardzic (Udinese): Il centrocampista friulano ha vissuto una stagione decisamente negativa rispetto a quella passata, non riuscendo mai a riprendersi dall’affare saltato in estate con l’Inter e rispecchiando a pieno l’andamento negativo dei suoi.  Nonostante ciò, nelle ultime partite la sua classe sta aiutando la squadra a ottenere risultati importanti e per questo crediamo possa essere tra i protagonisti che nel match che lo attende con l’Empoli, in una sfida chiave per le sorti salvezza delle due compagini.

Gaetano (Cagliari): Il trequartista dei sardi ha avuto una flessione importante nelle prestazioni durante l’ultimo mese, soprattutto a causa dell’espulsione che non ha consentito di far risultato con il Lecce, ma nonostante ciò è uno dei fari di riferimento della squadra di Ranieri. La sua abilità nell’offendere può ancora essere molto utile e crediamo possa essere decisiva nell’incontro che lo attende con il Sassuolo, in 90’’ che diranno molto sui destini salvezza di tante.

 

Attaccanti:

Scamacca (Atalanta): La punta bergamasca sta vivendo un momento di forma strepitoso e sembra abbia tutte le intenzioni di far ricredere Spalletti per far si che porti anche lui agli Europei di quest’estate. Il suo momento di forma è smagliante e ci sono ottime chance che possa continuare anche nella gara che lo aspetta questo weekend con il Lecce, in un incrocio che a questo punto del torneo non suggerisce un match equilibrato.

Lucca (Udinese): L’attaccante bianconero ha avuto una prima stagione italiana un po’ in stile montagna russa, alternando periodi di grande forma e incidenza ad altri notevolmente più anonimi, ma nel complesso si è conquistato il rispetto dell’attaccante che può crescere all’interno del nostro campionato. Nell’ultima settimana ha trovato dei goal decisivi per i suoi nella corsa salvezza e chissà che non completi l’opera con la vittoria della sicurezza contro l’Empoli, magari proprio grazie a una sua zuccata.

Cheddira (Frosinone): La punta dei ciociari è riuscita a dimostrare le ottime cose fatte vedere nello scorso campionato di Serie B a Bari, anche se solamente nella seconda parte di torneo, e ha messo in mostra delle caratteristiche che solo i più grande attaccanti possiedono. Il suo futuro non si sà dove lo porterà ma per il momento il suo obiettivo è superare il Monza, in modo da dare speranze ancora più vivide di salvezza ai suoi con una bel +3.

Luvumbo (Cagliari): L’ala angolana è stato spesso il game changer delle partite dei rossoblù, grazie alle sue giocate di assoluta classe e a un dinamismo che in pochi possiedono all’interno del campionato. La sua imprevedibilità lo rende un incubo per le difese avversarie e chissà che il Sassuolo non lo possa soffrire particolarmente, in una sfida salvezza che vale una stagione intera.

GUARDA ANCHE

Riproduci video