Fantacalcio 2023/24 – 35° giornata

Nel bel mezzo delle sfide europee che decreteranno le finaliste di questa stagione, le squadre di Serie A scendono in campo per disputare il quartultimo turno di campionato. Vediamo quali sono state le scelte di GP Report per farvi continuare a marciare verso l’obiettivo in questa 35° giornata.

 

Portieri:

Terracciano (Fiorentina): L’estremo difensore dei viola sta svolgendo l’ennesimo buon campionato a difesa della porta dei toscani, impersonificando alla perfezione il portiere di seconda fascia in chiave fantacalcistica. Il prossimo match che lo attende con il Verona deve essere vinto per continuare a sperare in una qualificazione europea e crediamo che il classe ‘90 abbia tutte le intenzioni di raggiungere l’obiettivo, mantenendo la sua porta sbarrata.

Caprile (Empoli): Il giovane portiere dei toscani è stato uno dei migliori esponenti dei suoi nel corso del campionato e, nonostante tanti momenti difficili, si è spesso messo in mostra per degli interventi da grande campione. L’incontro che lo attende con il Frosinone non va sbagliato se si vogliono ottenere punti chiave in ottica salvezza e per questo ci aspettiamo una grande valutazione, soprattutto in chiave modificatore.

 

Difensori:

Dumfries (Inter): L’esterno nerazzurro ha trovato molto meno spazio all’interno dello scacchiere di Inzaghi durante questa stagione, complice anche un fastidioso infortunio, ma quando è stato chiamato in causa, ha risposto sempre presente. Le sue abilità in fase offensiva sono seconde a pochi esterni all’interno del torneo e contro un avversario in difficoltà come il Sassuolo potrebbero rivelarsi determinanti ai fini del risultato.

Oliveira (Napoli): Il terzino partenopeo è chiamato a sostituire Mario Rui in questo finale di stagione, dopo un’annata passata per lo più in infermeria, e dalle ultime partite sembra essere intenzionato a farlo al meglio. Nella scorsa partita ha addirittura trovato il goal contro la Roma e chissà che non possa ripetersi in chiave bonus anche nel match che lo attende con l’Udinese, in una partita dal pronostico parecchio favorevole.

Bremer (Juventus): Il centrale della Juventus è sempre stato una sicurezza all’interno del reparto difensivo bianconero e anche nelle partite più buie si è dimostrato l’ultimo a cadere dei suoi. Le sue prestazioni gli hanno assicurato una media voto da fenomeno del moltiplicatore e siamo convinti possa mantenersi su quei livelli anche nella gara di questo weekend con la Roma, in un duello con Lukaku che immaginiamo vinto dal brasiliano.

Posch (Bologna): Il terzino degli emiliani non è riuscito a incidere in modo prepotente come fatto nella scorsa annata ma ha comunque potuto assistere a una stagione incredibilmente positiva per la squadra e la società. In questo clima di grande affiatamento può ritrovare l’incisività passata e crediamo ci siano buone chance di vederlo pericoloso da palla inattiva contro il Torino, in 90’ che si prospettano equilibrati e giocati molto sui calci piazzati.

 

Centrocampisti:

Politano (Napoli): L’ala partenopea ha svolto un buon campionato dal punto di vista personale, nonostante una stagione dei suoi a dir poco da dimenticare, riuscendo a siglare ben otto goal e cinque assist durante il torneo. L’obiettivo delle ultime settimane è giocarsi tutte le carte per ottenere una qualificazione in Conference e siamo certi che l’ex Sassuolo farà di tutto per portare a casa il risultato, a partire dal prossimo match con l’Udinese in cui avrà certamente occasione di mettere in mostra le sue doti balistiche.

Chukwueze (Milan): L’esterno nigeriano sta riuscendo a salvare la sua stagione in queste ultime settimane, dopo una buona parte passata tra l’infermeria e la panchina, e sembrerebbe uno degli elementi dei suoi con il maggior ritmo gara nelle gambe. Nella gara che lo aspetta con il Genoa, avrà sicuramente occasione di puntare l’uomo ed esaltarsi e per questo crediamo possa essere tra i mattatori della contesa.

Frattesi (Inter): Il centrocampista nerazzurro ha vissuto una stagione abbastanza ai margini dello scacchiere classico di Inzaghi ma nonostante ciò è riuscito sempre a farsi trovare pronto quando chiamato in causa. Nello scudetto dei lombardi c’è il suo zampino molto più di quanto si ricordi e siamo convinti che possa essere decisivo anche nell’incontro che lo aspetta con il suo ex Sassuolo, in cui avrà tante occasioni per rendersi pericoloso.

Saelemaekers (Bologna): L’esterno belga è riuscito a esprimersi al meglio alla corte di Thiago Motta, dopo qualche stagione non proprio esaltante con il Milan, e nelle ultime uscite si è trasformato in uno dei fantasisti offensivi di riferimento per la sua squadra. Nello scorso incontro ha siglato un insperato pareggio dei suoi in inferiorità numerica e contro il Torino, suo prossimo avversario, potrebbe ripetere la grande prestazione, in una gara che può essere decisa anche da un solo guizzo vincente.

Ikoné (Fiorentina): L’esterno dei viola sta ottenendo maggior minutaggio nell’ultimo periodo da parte del suo mister Italiano e sta ripagando la fiducia con delle solide prestazioni. Nei tre precedenti incontri ha siglato ben due goal e crediamo che possa continuare il suo buon momento anche contro il modesto Verona, in una gara che si prospetta generosa di spazi da attaccare.

 

Attaccanti:

Touré (Atalanta): La punta atalantina si è presentata con grande personalità al nostro campionato, dopo il lungo infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo per praticamente tutta la stagione, e in appena cinque incontri giocati ha ottenuto ben due goal. Nella partita che lo aspetta con la Salernitana, dovrebbe partire per la terza volta titolare e crediamo avrà davvero tante occasioni di aumentare un già sorprendente score.

Osimhen (Napoli): L’attaccante nigeriano non è riuscito a bissare la grandissima stagione dello scudetto ma in un campionato fatto di acciacchi e malumori ha comunque portato a casa quattordici goal e due assist in appena 22 presenze. Il suo peso specifico si può intuire che non è cambiato e crediamo possa essere decisivo nell’incontro che lo attende con l’Udinese, la sua seconda vittima preferita in Serie A.

Luvumbo (Cagliari): L’ala angolana è il centro dell’imprevedibilità offensiva sarda e nel corso della stagione è sempre stato uno dei pochi uomini di Ranieri che ha dato l’impressione di poter mettere in difficoltà chiunque. L’incontro casalingo con il Lecce che attende i suoi è determinante ai fini delle speranze salvezza sarde e per questo ci aspettiamo una prestazione di livello dal numero 77 rossoblù.

Cheddira (Frosinone): L’attaccante dei ciociari è sbocciato in questo 2024 e si è affermato come una delle punte più prolifiche dell’intero girone di ritorno, con ben cinque realizzazioni dalla 26° giornata in poi. Il suo momento di forma va assolutamente sfruttato dai gialloblù se si vuole raggiungere la salvezza e per questo crediamo possa essere tra i protagonisti dell’incontro chiave con l’Empoli, in una partita che sarà sicuramente decisiva per la zona retrocessione.

 

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video