Fantacalcio 2023/24 – 10° giornata

Nel bel mezzo delle fatiche europee, la Serie A torna in campo e si prepara ad affrontare il 10° turno in campionato. L’obiettivo anche questa settimana è solo vincere e vediamo quali campioncini ha scelto GP Report per assicurarvi i tre punti.

Portieri:

Szczesny (Juventus): Il portiere polacco ha avuto degli svarioni qualche giornata fa ma già nello scorso match ha ricordato a tutti perché è sempre nella discussione su chi sia il miglior estremo difensore del campionato. Contro il Verona dovrebbe avere pochi grattacapi e per questo siamo convinti possa portare a casa un ottimo voto.

Martinez (Genoa): Il portiere argentino si è dimostrato uno dei nuovi volti più interessanti tra i pali, anche se la fiducia in lui è un po’ scemata dopo l’espulsione contro il Milan. I campioni però sono soprattutto quelli che si sanno rialzare e crediamo che l’ex Lipsia voglia farsi perdonare nel match casalingo contro la Salernitana, sperando di regalarsi una porta inviolata che manca da fine agosto.

Difensori:

Zappacosta (Atalanta): L’esterno bergamasco sta spingendo molto nel nuovo aspetto che ha dato Gasperini alla squadra, ma in quest’avvio non è ancora riuscito a essere scritto sul tabellino finale di una gara. La partita con l’Empoli che lo attende può essere quella della svolta e per questo siamo fiduciosi sule possibilità di trovare il suo primo bonus stagionale.

Haps (Genoa): L’esterno genoano ha fatto vedere ottime cose in quest’avvio di stagione e si sta rivelando una delle alternative più gettonate del suo mister Gilardino, anche a causa dell’assenza di Martin sulla fascia. In un match equilibrato come quello che lo attende con la Salernitana una sua galoppata potrebbe rivelarsi decisiva, facendo sorridere i tifosi del Grifone e chi lo ha scelto al fantacalcio.

Buongiorno (Torino): Il centrale granata è uno dei prospetti più positivi del calcio italiano e la sua continuità lo sta proiettando verso lidi più importanti. La trasferta di Lecce non sarà una passeggiata di salute e per questo servirà tutta la sua concentrazione, che speriamo si traduca in ottima valutazione.

Kyriakopoulos (Monza): L’esterno greco non sta trovando esattamente il nido dei sogni neanche in Lombardia, dopo l’esperienza così così in Emilia, ma Palladino lo continua a scegliere per la grande spinta che riesce a esprimere sulla fascia. L’incontro casalingo contro l’Udinese sarà un ottimo campo di battaglia per l’ex nero verde, che potrebbe decidere la partita con una delle sue corse sulla fascia.

Centrocampista:

Gudmundsson (Genoa): Il trequartista islandese ha mostrato la sua grande qualità a sprazzi durante il corso di quest’avvio di stagione ma quando è stato in giornata ha davvero sorpreso anche i suoi detrattori. Gamba, tecnica, intelligenza tattica, classe, sono tutte caratteristiche che gli appartengono e contro la Salernitana siamo certi potranno venire fuori tutte, sperando possano portare ottimi bonus per chi l’ha scelto.

Politano (Napoli): L’esterno partenopeo è il vero mattatore di questo Napoli in avvio di stagione e, senza farsi troppo notare, ha già preso in mano la squadra con quattro goal e tre assist. Il suo cammino di distruzione non è destinato a finire presto e pensiamo che anche in una sfida difficile come quella che lo attende contro il Milan possa essere uno dei protagonisti.

Mancosu (Cagliari): Il fantasista sardo è tornato solo nello scorso turno dopo l’infortunio che non gli ha permesso di svolgere la prima parte e ha subito dimostrato perché mancava così tanto al gioco di Ranieri. Con lui in campo i rossoblù sono un’altra compagine e in un match chiave come quello che lo attende con il Frosinone darà tutto per arrivare all’obiettivo, e centrare i primi tre punti di questo torneo.

Luis Alberto (Lazio): Il mago dei biancocelesti si è sostituito a Immobile come uomo squadra in questa prima parte di stagione e si è distinto con già tre goal e un assist all’attivo. La sua fame di goal non sembra destinata ad arrestarsi e anche contro un avversario ostico come la Fiorentina potrà dire la sua.

Vignato (Monza): Il giovane trequartista dei lombardi si è distinto per un estro e una velocità fuori dal comune in quest’avvio e la sua eccentricità dà sempre un tocco di imprevedibilità in più alle formazioni di Palladino. Contro una compagine abbordabile come quella dell’Udinese avrà i suoi spazi da attaccare e crediamo possa portare a casa anche la sua seconda realizzazione stagionale.

Attaccanti:

Vlahovic (Juventus): La punta serba è tornata a disposizione di Allegri dopo qualche settimana di stop per infortunio e ha tutte le intenzioni di riprendere i ritmi ottimi messi in luce nelle prime uscite. Le sue qualità sono superflue da ricordare e ci limitiamo a dire che contro una formazione umile come quella del Verona avrà le sue belle occasioni per tornare con il botto.

Martinez (Inter): Il capocannoniere del torneo fino a questo momento sta riuscendo a trovare una costanza mai messa in mostra prima e questo potrebbe essere davvero la stagione in cui passa da campione ad autentico top player mondiale. Le sue qualità sono uniche nel loro genere e nel big match contro la Roma serviranno tutte per avere la meglio sui giallorossi, nella gara in cui ritrova il vecchio compagno di reparto da avversario.

Zirkzee (Bologna): La punta emiliana non è un goleador forsennato o un finalizzatore come Arnautovic lo scorso anno ma il suo lavoro è ancora più utile a tutta la manovra dei suoi. Fino a questo momento ha raccolto due goal e un assist ma in un match che pare scoppiettante come quello con il Sassuolo, potrebbe aumentare il suo parziale. 

Seck (Torino): L’attaccante granata sta venendo scelto con maggiore continuità da mister Juric nell’ultimo periodo e sta mettendo in pratica delle ottime prestazioni. Nello scorso match il var gli ha negato la prima gioia in Serie A ma crediamo che contro il Lecce abbia ottime possibilità di recuperare e mettere a segno il primo sigillo.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video