Fantacalcio 2022/23 – 32° Giornata

Fantacalcio 32° giornata

La Serie A torna in campo, dopo che in settimana si sono decise le finaliste di Coppa Italia, e si avvia alle giornate conclusive con i primi match ball che iniziano a far capolino. Vediamo chi sono i campioncini indicati da GP Report per far si che la volata finale inizi al meglio.

 

Portieri:

Meret (Napoli): Il portierone dei partenopei è stato uno dei pilastri della sua formazione durante tutto il corso della stagione, nonostante non fossero queste le aspettative in estate. Quando c’è stato da mettere il lucchetto alla porta per portare a casa i match più complesse ha sempre risposto presente e crediamo possa farlo anche nel derby che lo attende con la Salernitana. Questo scontro regionale potrebbe entrare nella storia come l’incontro del terzo scudetto napoletano e chissà che proprio l’ex Udinese non sia tra gli eroi della giornata.

Di Gregorio (Monza): Rimanendo in tema di prestazioni oltre le aspettative, l’estremo difensore della neopromossa Monza si è reso protagonista di un campionato che sembrava dovesse guardare dalla panchina. Le sue costanti prestazioni l’hanno però reso meritevole del posto, spodestando un certo Alessio Cragno, e ora si gode la magnifica annata dei suoi con un posto tra i migliori. Contro lo Spezia ci sono ottime possibilità di vederlo imbattuto e per questo crediamo valga la pena di dargli una chance da titolare nella vostra formazione.

 

Difensori:

Di Lorenzo (Napoli): L’esterno italiano è stato la costante della capolista durante tutto il corso del campionato, non saltando neanche una partita e ottenendo un’ottima media fantavoto di 6,53. I suoi due goal e quattro assist hanno contribuito a trionfi importanti della squadra e il suo nome sarà incastonato per sempre nella storia della sua tifoseria. Contro la Salernitana vorrà regalare ai suoi tifosi anche il derby in trasferta e non escludiamo possa aumentare il suo bottino bonus proprio all’Arechi.

Carlos Augusto (Monza): Il terzino brasiliano è stato la scommessa vincente per eccellenza di tutto il campionato e ha avuto un impatto fantacalcistico così importante che probabilmente sarà aggiunto tra i grandi colpi da raccontare alle prossime aste. I suoi cinque goal e cinque assist parlano da soli e la sua importanza nell’offensiva lombarda è più che evidente. Contro lo Spezia avrà modo di rendersi pericoloso sulla sua fascia di competenza e chissà che non possa trovare l’ennesimo bonus della sua stagione proprio nel match con i liguri.

Danilo (Juventus): Il difensore brasiliano si sta confermando uno dei pilastri della formazione bianconera e la sua dedizione alla causa gli ha permesso anche di vestire la fascia di capitano in più occasioni. La qualità che possiede ha consentito all’ex Manchester City di alternare grandi giocate difensive a un’ottima propensione offensiva, che gli ha fruttato già 3 goal e 3 assist. Contro il Bologna affronterà una partita rognosa ma siamo sicuri che possa essere uno dei migliori del match.

Depaoli (Verona): L’esterno italiano è stato impiegato parecchio in questo campionato, visto l’infortunio di capitan Faraoni, ed è riuscito a mantenere una media superiore alla sufficienza nonostante la stagione disastrosa dei suoi. I due goal e un assist avranno almeno fatto sorridere chi gli dava fiducia e chissà che in questa cavalcata finale alla rincorsa della salvezza non possa siglarne altri per rallegrare i suoi estimatori. Contro la Cremonese sarà la partita del dentro o fuori e di conseguenza ci aspettiamo che darà il massimo per offrire ottimi palloni ai suoi attaccanti, sperando siano decisivi.

 

Centrocampisti:

Kvaratskhelia (Napoli): L’ala georgiana è stata il top player che ha sconvolto il campionato e la sua connessione con un giovane di cui parleremo più in là ha reso il Napoli una corazzata quasi infallibile. Il suo nome è già leggenda tra le strade partenopee e siamo certi che voglia regalare ai suoi tifosi un finale di stagione pieno di goal per celebrare al meglio lo scudetto. Questo potrebbe arrivare già questo weekend nell’incontro con la Salernitana e chissà che non possa essere proprio lui l’uomo del derby, e magari del titolo.

Bajrami (Sassuolo): Il centrocampista svizzero non è stato impiegato particolarmente in questa stagione e nonostante il cambio di casacca ha faticato a trovare continuità. Nonostante questo, quando si è trovato in giornata ha tirato fuori quelle giocate che continuano a lasciare il dubbio su quanto effettivamente possa essere decisivo trovando realizzazioni pesanti per i suoi. Contro la sua ex Empoli potrebbe trovare quella motivazione in più per rendersi protagonista e chissà che non sia proprio una di quelle giornate in cui potremmo scorgere i suoi colpi di classe.

Verdi (Verona): Il trequartista italiano continua a esprimersi a sprazzi, com’è sempre stato nella sua carriera, ma nell’ultimo match si è reso protagonista di una prestazione eccezionale che ha riaperto le speranze salvezza degli scaligeri. Grazie alla sua doppietta ora lo Spezia dista un solo punto e l’occasione del sorpasso potrebbe arrivare già questa settimana nello scontro diretto con la Cremonese. La trasferta in Lombardia potrebbe rivelarsi un match segna carriera per l’ex Salernitana e per questo sentiamo che sarà tra i mattatori dell’incontro.

Pessina (Monza): Il capitano dei lombardi ha ritrovato la serenità nella sua nuova compagine e in quest’annata più che positiva è riuscito anche a essere maggiormente incisivo in zona goal. Le quattro reti e due assistenze sono un bottino più che onesto dati i compiti maggiormente difensivi che l’hanno atteso e bisogna dare merito anche al suo grande impegno per i risultati raggiunti. Contro lo Spezia potrà continuare a essere tra i protagonisti e chissà che non sia un suo goal a movimentare le turbolenze in fondo alla classifica.

Strefezza (Lecce): Il fantasista dei salentini ha un po’ perso la brillantezza che lo aveva caratterizzato nella prima metà di stagione e ultimamente le sue prestazioni superlative sono sempre più rare. Nonostante questo, i sette goal e due assist messi a segno dicono molto del suo talento e crediamo che esso, in una situazione nei bassifondi sempre più calda, possa tornare a splendere e a essere decisivo. Contro l’Udinese non sarà sicuramente una passeggiata di salute ma siamo certi che i padroni di casa lotteranno con tutto ciò che hanno per allontanarsi immediatamente dalle posizioni maggiormente a rischio.

 

Attaccanti:

Osimhen (Napoli): Il bomber partenopeo è stato il finalizzatore perfetto della sua squadra in un annata splendida che l’ha visto esprimersi al meglio e con una continuità mai vista. La sua energia incontenibile nel pressing e nella ricerca della porta è uno degli incubi ricorrenti di qualsiasi difensore lo sfidi e crediamo varrà lo stesso anche per i suoi prossimi avversari granata. Contro la Salernitana potrebbe aumentare ancora il suo già ricco bottino di reti e il fatto che sia un match ball rende il tutto ancora più plausibile.

Beto (Udinese): L’attaccante dei friulani ha vissuto dei periodi davvero idilliaci nel corso di questo campionato e si è stabilito come una delle punte centrali più prolifiche del torneo. I suoi dieci goal messi a segno hanno visto alternarsi opportunismo e ottime doti tecniche e con il tempo la sua continuità potrà solo che migliorare. La sua prossima partita con il Lecce potrebbe rivelarsi prolifica e per questo siamo convinti possa essere lui a determinare il risultato dell’incontro.

Gonzalez (Fiorentina): L’attaccante dei toscani ha trovato continuità, dopo una prima parte di stagione segnata da infortuni e poche presenze, e con essa sono arrivati anche i goal. Quattro le sue realizzazioni fino a questo momento, di cui la metà dagli undici metri. Il suo prossimo avversario, la Sampdoria, è la seconda squadra con più rigori contro e per questo crediamo possa essere l’occasione adatta per migliorare il suo score stagionale.

Pinamonti (Sassuolo): La punta dei neroverdi non è riuscita a trovare quella continuità che gli si chiedeva dopo la buona stagione scorsa a Empoli, ma ci sono ancora abbastanza giornate per tamponare la ferita. Le sue cinque realizzazioni sono arrivate con giocate da ottimo riferimento in area e contro il suo passato potrebbe rinsavire anche il classe ’99 ammirato l’anno scorso. Il prossimo match, infatti, è proprio contro i toscani e il goal dell’ex capita più spesso di quanto si pensi in realtà.

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video