Fantacalcio 2022/23 – 25° giornata

 

La stagione di Serie A entra sempre più nel vivo, nonostante alcuni verdetti appaiono di settimana in settimana più chiari, e ritorna in campo già stasera per la 25° giornata. Scopriamo insieme chi sono i campioncini selezionati da GP Report per farvi “sfacimmare” il vostro avversario in questo turno fantacalcistico.

 

Portieri:

Vicario (Empoli): L’estremo difensore dei toscani è ormai una presenza frequente nei nostri consigli, grazie a delle prestazioni sempre di livello che lo rendono uno dei portieri più appetibili in chiave modificatore difensivo. La sua costanza è impareggiabile e la stragrande maggioranza dei goal presi non sono imputabili all’ex Cagliari. Contro una compagine rognosa come il Monza avrà il suo bel da fare ma crediamo che possa vincere il confronto con il reparto offensivo dei lombardi.

Consigli (Sassuolo): Il portierone italiano si sta esprimendo su buoni livelli nelle ultime uscite e, anche grazie alla sua leadership difensiva, il suo reparto sta sembrando molto più solido di un tempo. Dalla sua vanta poi tanta esperienza nella massima serie, che potrà aiutarlo in un match assolutamente da vincere come quello contro la Cremonese che lo attende, in cui crediamo possa farsi trovare preparato sulle iniziative offensive degli ospiti.

 

Difensori:

Maehle (Atalanta): Il terzino danese ha vissuto di alti e bassi nell’ultimo periodo, passando da due goal in due partite a 3 insufficienze gravissime. Nonostante questi ultimi scivoloni, le sue qualità non sono in discussione e possono tornare molto utili ai bergamaschi per uscire dal momento di crisi già contro l’Udinese, anch’esso in un periodo nero. Le chance per fare bene le possiede tutte, in una partita che sulla carta si presenta non troppo ostica.

Faraoni (Verona): Il terzino italiano è stato il grande assente della stagione scaligera, sprofondata in posizioni di classifica insospettabili sino all’anno scorso. La sua spinta sulla fascia è sempre stata una determinante dell’offensiva dei suoi e ora che è tornato e sta cominciando a macinare minuti può essere l’arma in più per arrivare alla salvezza. Contro lo Spezia si giocherà subito una finale per riacciuffare il treno della Serie A e l’ex Inter potrebbe prendersi la responsabilità del trionfo con uno dei suoi inserimenti.

Thiaw (Milan): Il difensore tedesco è la stella del nuovo momentum rossonero, che ha centrato quattro vittorie consecutive tra campionato e coppa senza mai prendere goal. Nonostante la giovane età si sta dimostrando un possibile nuovo pilastro, che con il recupero di Maignan farebbe sperare i sostenitori rossoneri nella nuova difesa invalicabile del diavolo. Il test per confermare le premesse arriva già questo weekend contro una Fiorentina in forma e ansiosa di non fermarsi dopo la bella vittoria messa a segno contro l’Hellas.

Cambiaso (Bologna): L’esterno italiano sta dando continuità alle sue prestazioni in una formazione rossoblù che sta trovando importanti conferme nelle ultime uscite. Il suo apporto alla manovra offensiva risulta sempre di grande qualità e i suoi cross potranno ritrovare la punta di diamante Arnautovic a deviarli. La trasferta contro il Torino non sarà una passeggiata di salute ma ci sono le premesse per correre il rischio di schierarlo.

 

Centrocampisti:

Bonaventura (Fiorentina): Il tuttofare di centrocampo per eccellenza è sempre uno dei giocatori più ambiti, soprattutto in ottica mantra, e anche in questa stagione sta confermando la sua discontinuità nelle prestazioni. A seconda della giornata sembra proprio un altro giocatore e chissà che ad accenderlo non sia la sfida di questo weekend, quando ritroverà il suo Milan. La nostra è una scommessa, ma crediamo che il buon Jack possa essere pericoloso con il suo estro, sfavillante nelle giornate positive e deprimente in quelle negative.

Candreva (Salernitana): L’esperto giocatore dei campani riesce sempre ad essere il punto di riferimento dell’offensiva granata e conduce con le sue giocate i tempi della manovra. Quando si accende anche le difese più attrezzate devono avere un occhio di riguardo e i suoi prossimi avversari non sono certo tra i più rinomati della categoria. Contro la Sampdoria infatti potrebbe essere piazzato un altro importante mattoncino per la salvezza, certi che l’ex del match sarebbe uno dei protagonisti in questa eventualità.

Koopmeiners (Atalanta): Il centrocampista olandese è l’elemento con più qualità nel centrocampo bergamasco e lo ha dimostrato in più di un’occasione con le sue giocate eccelse. La sua importanza si sente sia quando si difende che, soprattutto, quando si attacca e il suo tiro da fuori è sempre un’opzione valida nell’arsenale nerazzurro. Nel match che lo attende contro l’azzoppata Udinese potrebbe ritrovare la gioia di un goal che manca ormai da un po’, e aiutare contemporaneamente i suoi a rialzarsi dopo i brutti arresti delle ultime uscite.

Ilic (Torino): Il centrocampista serbo si è trovato subito benissimo nello scacchiere del suo ex allenatore Juric e nelle prime due uscite con la maglia granata è riuscito a collezionare già un assist, oltre a due 6,5 in pagella. Le premesse per vederlo come una delle sorprese sopite di questa seconda parte di torneo ci sono e crediamo che il suo talento possa essere una risorsa importante per le offensive dei piemontesi. Il match contro il Bologna di lunedì parrebbe abbordabile e può essere il terreno fertile per una conferma in zona bonus dell’ex Hellas.

Agudelo (Spezia): Il centrocampista dei liguri sta faticando in questa stagione e non sta riuscendo a trovare le giocate che hanno caratterizzato i suoi lampi negli anni passati. La rapidità nello stretto e il buon senso del goal lo rendono sempre un centrocampista molto appetibile in chiave fantacalcistica e chissà che il ritrovato vigore spezzino non stimoli il ritorno dei suoi marchi di fabbrica. Contro il Verona sarà una partita fondamentale ai fini della stagione e crediamo che il colombiano possa avere la motivazione giusta per far bene.

 

Attaccanti:

Holjund (Atalanta): La punta atalantina sta svolgendo un campionato da assoluto protagonista insieme al compagno di reparto Lookman, oltre le più rosee aspettative di inizio stagione, e su più di un trionfo della dea c’è la sua firma indelebile. Sono ben 6 i goal messi a segno fino a questo momento e crediamo che l’ascesa del biondo danese sia solo ai capitoli iniziali. Contro l’Udinese potrà essere uno degli attori principali, sperando torni a far saltare di gioia i suoi fantallenatori con un altro dei suoi goal.

Di Maria (Juventus): El Fideo è tornato tra le fila bianconere in assetto mondiale e si sta dimostrando la risorsa più imprevedibile e pericolosa dell’offensiva bianconera. Una sola insufficienza nelle ultime otto e almeno 6,5 in tutte le restanti, oltre a solamente 4 goal e 2 assist a referto. Numeri che solo un fenomeno come lui può raggiungere tanto in sordina. Contro la Roma si troverà in un match carico di tensione e attesa e chissà che non sia proprio la sua classe cristallina a far pendere il risultato in favore dei piemontesi.

Nzola (Spezia): L’attaccante franco-angolano è tornato nella scorsa partita, dopo un infortunio che lo avevo tenuto lontano dalle scene per un bel periodo, e ha subito fatto capire il suo peso specifico offensivo mettendo a segno due reti. Nonostante ciò, il suo Spezia è in una crisi nera e servirà tutto il suo impegno per cambiare la rotta prima che la stagione sia compromessa del tutto. Il prossimo match contro il Verona sa già di finale per entrambe le squadre e crediamo che il numero 18 sarà il principale riferimento nella nuova avventura ligure con Semplici alla guida.

Karamoh (Torino): L’attaccante granata sta trovando maggiore spazio in queste ultime uscite della squadra di Juric ed è riuscito a ripagare subito la fiducia con due reti fondamentali. Le sue giocate non sono mai banali e sta dimostrando un buon senso della posizione quando si trova in area. Contro il Bologna sarà una sfida serrata e chissà che non sia proprio un suo colpo a decidere il match.

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video