Fantacalcio 2022/23 – 22° Giornata

La Serie A non si ferma neanche per guardare il festival e torna in campo già da stasera per aprire il weekend della 22° giornata. Vediamo quali campioncini ha scelto per voi GP Report per farvi esultare anche senza esservi esibiti all’Ariston!

 

Portieri:

Vicario (Empoli): L’estremo difensore dei toscani sta disputando un campionato da grandissimo campione e non è escluso che già da questa estate trovi casa in una delle big del torneo. Le sue parate sono determinanti in ogni partita e nelle ultime uscite si è lasciato andare a prestazioni sublimi. Contro lo Spezia non lo vediamo particolarmente in pericolo e crediamo sia una buona occasione per acciuffare una sua imbattibilità.

Di Gregorio (Monza): Il portiere dei lombardi sta svolgendo un campionato al di sopra delle aspettative, impressionando tutti al suo primo anno nella massima serie. La sua sicurezza tra i pali è ammirevole e il suo atteggiamento in campo riesce a infondere tranquillità a tutto il reparto difensivo. I suoi poi non hanno ancora perso in questo anno solare e contro il Bologna hanno buone possibilità di continuare il filotto. Dal classe ‘97 ci aspettiamo una buona valutazione a fine gara, con la possibilità dell’imbattibilità non troppo recondita.

 

Difensori:

Kim (Napoli): Il centrale coreano è la rivelazione difensiva dell’anno ed è anche grazie ad un reinvestimento come il suo che il Napoli sta dominando il campionato. La sua prestanza fisica e la sua intelligenza difensiva creano un mix letale da affrontare per qualsiasi attaccante. In zona goal è sempre pericoloso, come dimostrano le due reti messe a segno, e crediamo potrà avere buona chance anche nel match con la Cremonese di domenica, in una gara che si prospetta all’acqua di rose.

Depaoli (Verona): L’esterno italiano sta trovando parecchio spazio nella formazione veneta, complice il lungo e tedioso infortunio di Faraoni, e sta ripagando la fiducia con buone prestazioni. I due goal e un assist ne sono la prova e anche quando non fa bonus difficilmente si assicura un insufficienza. Contro la Salernitana avrà l’occasione di spingere forte sulla destra e chissà che uno dei suoi cross non risulti determinante per il risultato.

Darmian (Inter): L’esterno destro italiano sta finalmente ricevendo il rispetto che merita e, nonostante dovesse essere una riserva nella programmazione iniziale della stagione, si sta dimostrando uno dei valori aggiunti della squadra di Simone Inzaghi. La sua costanza di prestazione e l’ottima spinta sulla fascia, unite ad un senso del goal mica da ridere, gli hanno fatto conquistare il posto di Dumfries e crediamo che se lo voglia tenere stretto per più tempo possibile. Contro la Sampdoria avrà modo di confermarsi e crediamo possa ottenere un’ottima valutazione a fine gara.

Zortea (Sassuolo): Il terzino nero verde non ha avuto tantissime possibilità in questa stagione ma ogni volta che è stato chiamato in causa ha risposto presente. La sua propensione offensiva è importante e qualche giornata fa è riuscito a trovare addirittura la via del goal. Contro l’Udinese ci si aspetta una partita di livello, contro una formazione che sta perdendo qualche colpo nelle ultime uscite.

 

Centrocampisti:

Pellegrini (Roma): Il capitano giallorosso non sta vivendo la sua miglior stagione ma il contributo che è riuscito a dare alla squadra è stato fondamentale in più di un’occasione. Il suo lavoro nell’ombra è determinante ed è anche grazie a questo che la squadra giallorossa si trova in una posizione così elevata. Contro il Lecce ci sono ottime possibilità di continuare il trend positivo e siamo fiduciosi nel fatto che il numero 7 possa essere sul tabellino dei marcatori a fine match.

Lazovic (Verona): L’esterno gialloblù ci ha messo un pochino a caricare le batterie ma da quando è tornato sui suoi livelli sembra non volersi fermare più. Da quando si è acceso, il Verona sta ottenendo risultati decisamente migliori, come dimostrato dall’unica sconfitta con l’Inter nelle ultime sei uscite, e ora la possibilità della salvezza sembra sempre più vicina. Contro la Salernitana sarà un match determinante per la salvezza e crediamo che il serbo possa essere uno dei mattatori dell’incontro.

Diaz (Milan): Il trequartista spagnolo sembra essersi un po’ riperso insieme a tutto il resto della squadra in quest’ultimo periodo, anche se c’è da dire che è uno dei meno peggio. Con un equipaggio alla deriva è difficile far bene ma nel suo piccolo ci sta mettendo tutto se stesso per riportare l’ordine in fase offensiva. Contro il Torino non sarà un match semplice, specie con queste premesse, ma la sua abilità di sgusciare in mezzo ai difensori crediamo possa essere una delle poche armi a disposizione dell’arco rossonero.

Baldanzi (Empoli): Il classe 2003 italiano si sta esibendo in una prima stagione tra i grandi da vero campione, che l’ha visto portare a casa già 4 goal fino a questo momento. Il suo talento è uno dei punti di forza del suo Empoli e i compagni si fidano di lui ormai come se fosse un veterano. Contro uno Spezia abbastanza allo sfascio avrà sicuramente occasione di rendersi pericoloso, e magari di aumentare il già ricco bottino.

Bajrami (Sassuolo): Rimanendo in tema trequartisti empolesi, l’ex dei toscani è appena approdato a Sassuolo e nel match contro l’Udinese sarà la prima occasione di vederlo in campo da inizio gara. Nella prima parte di stagione non ha brillato particolarmente, complice una fiducia in lui da parte dell’allenatore che è andata sempre più a scemare, e ha raccolto appena 1 goal e 1 assist. L’approdo in Emilia potrebbe portar bene a un giocatore dotato della sua classe e secondo noi già contro i friulani farà cambiare idea sul suo conto a tutti i detrattori.

 

Attaccanti:

Martinez (Inter): El toro si è preso sulle spalle il peso dell’attacco nerazzurro nelle ultime uscite e, soprattutto quando è stato in coppia con Dzeko, ha dimostrato che la sua vera versione è quella in modalità campionato, e non quello sbiadito doppelganger visto in Qatar. Il suo modo di giocare è a dir poco brillante e il suo fiuto del goal migliora di settimana in settimana. Contro una formazione umile come quella doriana avrà parecchi spazi per affondare e siamo convinti possa essere il vostro game-changer della giornata.

Dybala (Roma): La Joya si sta dimostrando sempre più il cardine portante della formazione giallorossa e con questi nuovi colori addosso sta ritrovando quella serenità e spensieratezza di gioco che nelle ultime primavere juventine si era un po’ persa. I 7 goal e 6 assist portati a casa fino a questo momento dimostrano quanto stia bene ed è soprattutto grazie alle sue giocate se la squadra della capitale si trova in quella posizione di classifica. Contro il Lecce non parrebbe lo aspetti una gara complessa e per questo ci sentiamo che possa ottenere il titolo del migliore in campo tranquillamente.

Beto (Udinese): La punta portoghese aveva iniziato a bomba la stagione, salvo poi incappare in una frenata insieme alla sua squadra dopo gli infortuni di Deulofeu e Pereyra. Senza compagni talentuosi a servirgli i palloni giocabili è stato difficile per lui confermarsi e la sua squadra è corsa ai ripari nel mercato di Gennaio. Con l’inserimento di un co-protagonista come Thauvin, le occasioni dovrebbero tornare a fioccare e crediamo che già contro il Sassuolo potrà inaugurare questa nuova partnership con un bel goal.

Dia (Salernitana): Il classe ’96 senegalese si è elevato a vero trascinatore dei campani e di tanti fantallenatori disperati, che in lui hanno trovato un piccola speranza di successo. I suoi 8 goal e 4 assist sono un bottino mica da ridere ed è grazie soprattutto alle sue giocate se la Salernitana ha ancora la possibilità di allontanarsi dalle zone calde della classifica. Per farlo però serve una vittoria con il Verona per ricacciarlo indietro e se questa avverrà siamo certi che l’ex Reims metterà lo zampino nella rete decisiva.

Andrea Sanna

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video