Fantacalcio 2022/23 – 13° giornata

La Serie A torna in campo e si prepara ad affrontare gli ultimi dieci giorni di fuoco che porteranno alla lunga pausa in vista del mondiale. Vediamo quali sono i campioni scelti dalla redazione di GP Report per affrontare al meglio questa 13° giornata!

 

Portieri:

Vicario (Empoli): Il portierone dei toscani è sicuramente il giocatore più importante dell’intera squadra e, nonostante un campionato che non sta sorridendo particolarmente agli azzurri, si sta mettendo in mostra ogni settimane con prestazioni da vero fenomeno. Basti pensare che dall’inizio della stagione le sue valutazioni sono sempre state superiori al 6 tranne che in due sole occasioni. Contro il Sassuolo non sarà di certo una passeggiata di salute ma crediamo che, anche grazie a qualche assenza di troppo nei nero verdi, possa portare a casa una buona valutazione, fondamentale per chi usa il modificatore, e forse anche una porta inviolata.

Silvestri (Udinese): L’estremo difensore italiano si sta confermando ogni anno come giocatore di livello nel nostro campionato e nella partenza fantasmagorica dei friulani c’è anche il suo zampino. Nelle dodici occasioni in cui è sceso in campo si è conquistato 5 clean sheet, un risultato mica da ridere per la modestia con cui partivano i suoi. Contro il Lecce, secondo peggior attacco del campionato, ha buone possibilità di incrementare questo bottino e per questo ci sentiamo di riporre in lui la nostra fiducia.

 

Difensori:

Biraghi (Fiorentina): Il capitano dei viola non si trova nel mezzo della sua stagione migliore e anzi ha deluso parecchio i fantallenatori che hanno creduto in lui in questa prima parte. Il rigore sbagliato e le poche valutazioni esaltanti lo fanno figurare come uno dei più sottotono fino a questo momento e crediamo che il suo valore sia molto più alto di ciò che ha dimostrato fino ad adesso. Nell’ultima uscita ha dato qualche segno di ripresa trovando il primo bonus stagionale e crediamo che il suo momento possa continuare anche contro la modestissima Sampdoria, che in questo avvio è stata a dir poco disastrosa.

Hernandez (Milan): Il trenino della fascia sinistra rossonera non si sta comportando malissimo in questo primo frangente ma da lui ci si aspetta sicuramente di più. Nonostante il grande peso offensivo che ricopre tra le fila milaniste, il suo contributo in zona goal è stato minimo, con appena un goal e due assist portati a casa. La consapevolezza che il suo rendimento possa essere totalmente differente è comune e il francese potrebbe confermarla già a partire dal prossimo incontro con lo Spezia. Un voto superiore al 6 è il minimo che pretendiamo.

Lazaro (Torino): Il laterale austriaco sta trovando parecchio spazio tra le fila dei granata e il suo rendimento rispetta il canovaccio dei suoi, caratterizzato da alti e bassi continui. Le sue qualità di spinta risultano spesso un arma tra le più efficaci dei piemontesi e nell’ultimo glorioso turno, che ha visto la vittoria contro il Milan, è stato lui a fornire uno dei passaggi decisivi, ottenendo il primo bonus in stagione. Contro il Bologna si prospetta un match a portata e siamo convinti possa essere una delle alternative migliori quando ci sarà da offendere.

Mazzocchi (Salernitana): Il terzino dei campani sta portando avanti un campionato sopra le aspettative e si sta distinguendo come uno dei più interessanti dei suoi in ottica fantacalcistica. Nelle ultime due giornate si è distinto particolarmente, riuscendo a portare a casa il suo secondo goal e il suo secondo assist stagionale, quest’ultimo nell’impresa contro la Lazio. Nel match casalingo contro la Cremonese, fanalino di coda del torneo, possono arrivare altre soddisfazioni per i granata e il numero 30 avrà sicuramente l’opportunità di mettersi in mostra.

 

Centrocampisti:

Zaniolo (Roma): L’esterno giallorosso si sta pian piano riprendendo la fiducia dei suoi tifosi e nonostante un avvio non eccelso sembra essere sulla via del ritorno ai suoi livelli. Nell’ultima settimana ha trovato il primo goal in campionato e firmato la vittoria europea per il passaggio del turno e questo momento potrebbe essere coronato da una grande prestazione nel match più atteso della stagione contro gli arcinemici laziali. Il suo temperamento è una variabile impazzita in queste partite così decisive e pesanti ma siamo fiduciosi che, visto anche il periodo positivo, possa essere incanalato nei binari giusti, portando ad una grande prestazione nel derby di domenica.

Kvaratskhelia (Napoli): Il georgiano è il supereroe dei partenopei in questo avvio di stagione strabiliante ed è soprattutto grazie alle sue giocate che gli azzurri si trovano sul gradino più alto del torneo. I 6 goal raccolti fino ad ora sono un bottino da punta centrale e se si contano anche le cinque assistenze servite ai compagni è facile eleggerlo a miglior giocatore dell’intero torneo fino a qua. L’incontro che lo aspetta contro l’Atalanta non è tra gli appuntamenti più semplici ma siamo certi che se il Napoli condurrà una buona partita il suo zampino ci sarà sicuramente.

Barella (Inter): Il centrocampista sardo è ormai uno dei top player dell’intera competizione e le sue straripanti prestazioni stanno diventando ormai la prassi di ogni settimana. La sua incidenza in tutte le fasi della manovra lo rendono imprescindibile alla buona riuscita di ogni incontro e in lui si può trovare la gemma più splendente dei nerazzurri. La prossima partita contro la Juventus avrà una valenza particolare soprattutto per la grande rivalità che c’è con le sue squadre del cuore, Inter e Cagliari, e per questo crediamo possa essere una delle determinanti dell’intero match.

Candreva (Salernitana): L’esperto esterno dei campani sembra non sentire gli anni che passano e stagione dopo stagione, nonostante lo si creda finito, continua a sorprendere estimatori e haters. I suoi voti si mantengono sempre su livelli accettabili e nell’ultimo turno ha trovato anche il secondo goal stagionale contro il suo grande amore biancoceleste. Nella prossima gara casalinga contro la Cremonese può arrivare un ennesimo successo e siamo certi che l’ex Sampdoria metterà in campo la sua esperienza e classe per raggiungere l’obiettivo.

Samardzic (Udinese): Il trequartista dei friulani si sta rivelando un ottimo interprete della formazione guidata da Sottil e i 2 goal e 1 assist messi a segno fino a questo momento ne confermano la qualità e l’importanza. Le occasioni che lo hanno visto partire dal primo minuto sono state poche fino a questo momento ma l’infortunio del compagno Lovric sembrerebbe essere la chiave di volta per la sua titolarità. Il numero 24 non vorrà farsi sfuggire l’occasione che il fato gli ha concesso e potrebbe essere determinante già nel prossimo incontro con il Lecce, che non sembra particolarmente difficoltoso.

 

Attaccanti:

Giroud (Milan): La punta francese si trova in un momento di forma fantastico e si sta dimostrando il perfetto terminale offensivo per il gruppo di giovani guidato da Pioli. Nell’ultimo incontro di Champions League è stato il protagonista assoluto della gara che ha consentito l’accesso agli ottavi di finale, firmando una doppietta e un assist, quest’ultimo a dir poco incantevole. Contro lo Spezia potrebbe avere ottime possibilità di conferma e, se gli verrà concesso il tempo necessario, potrebbe incidere ancora una volta il suo nome sul tabellino del match.

Pellegri (Torino): L’attaccante granata sta trovando sempre più minutaggio negli ultimi incontri disputati dai piemontesi e nonostante un inizio di stagione da riserva si sta conquistando sempre più la fiducia di Juric e dei suoi tifosi. Complice anche l’infortunio e le non esaltanti prestazioni del compagno Sanabria, la sua importanza cresce di settimana in settimana e anche il suo atteggiamento sembra risentire positivamente di questa fiducia. Contro il Bologna si prospetta un match combattuto ma sicuramente alla sua portata e perciò confidiamo nella sua presenza nel registro dei marcatori.

Pinamonti (Sassuolo): La giovane punta nero verde non sta svolgendo un campionato all’altezza delle aspettative che si avevano sul suo conto e nell’ultimo periodo si è dovuto difendere anche da alcune critiche di troppo nei suoi confronti. Nonostante questa negatività, lui è sembrato cosciente dei suoi mezzi e sicuro che possa svoltare questo canovaccio con facilità. L’opportunità per passare dalle parole ai fatti la avrà già questo weekend quando si troverà di fronte la sua ex squadra che gli ha dato tante gioie, l’Empoli, e siamo fiduciosi che possa rialzarsi trovando il più classico dei goal dell’ex.

Caprari (Monza): Rimanendo in argomento ex, l’esterno dei lombardi ha anche lui la missione di svoltare una stagione fino ad ora sotto le aspettative, visto il solo goal messo a segno fino a questo momento, e per farlo dovrà superare proprio i suoi compagni della scorsa annata del Verona. Non c’è tanto altro da dire sul suo conto se non che il suo valore non è sicuramente quello dimostrato sino a questo momento e che, come spesso succede, il punto di svolta della stagione può arrivare proprio contro gli avversari a cui si vorrebbe far meno male.

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video