Fantacalcio 2021/22 – 29° Giornata

 

Portieri:

Strakosha (Lazio): L’estremo difensore albanese sta vivendo l’anno della rinascita dopo un periodo buio, che l’ha visto scivolare nelle gerarchie della squadra a causa di qualche disattenzione di troppo. Dopo aver assaggiato la panchina, sembra essere tornato nella sua miglior forma e anche i suoi compagni stanno giovando di questa ritrovata risorsa. Potrà dimostrare la ritrovata sicurezza nel match contro il Venezia di lunedì cercando in tutti i modi di non farsi mai superare dal pallone. Secondo noi la missione è fattibile e crediamo che possa avere successo nel mantenere la sua porta inviolata.

Consigli (Sassuolo): L’esperto portiere neroverde sembra essere tornato il game changer di qualche anno fa, visto che grazie anche alle sue fondamentali parate la squadra sta vivendo un momento idilliaco. Nello scorso match il suo tuffo felino ha impedito agli avversari di tornare in partita e siamo sicuri che voglia rifarsi anche in questa occasione. La Salernitana poi non sembra così tanto temibile, anche se in casa può risultare pericolosa, e perciò crediamo che possa portare a casa un’altra valutazione positiva dopo il successo con il Venezia.

 

Difensori:

Kalulu (Milan): Il giovane centrale rossonero sta scalando le classifiche di gradimento dei suoi tifosi e si sta proponendo per essere il compagno perfetto da affiancare a Tomori. Nelle ultime uscite, infatti, si è rivelato invalicabile per avversari del calibro di Inter e Napoli, riuscendo ad evitare che queste macchine da goal andassero a segno. Ora il compito è quello di fermare il ben più umile Empoli e ci sono buone possibilità che il ragazzo ci riesca. Se ciò a cui aspirate è una bella valutazione per i bonus difesa non esitate a schierarlo.

Maehle (Atalanta): L’esterno danese ha rallentato un po’ i suoi ritmi rispetto a qualche tempo fa e la sua propensione offensiva si è via via affievolita, probabilmente anche a causa delle tante assenze in casa bergamasca. Il suo ultimo bonus in campionato è di ben due mesi fa nella trasferta di Udine e da allora ha siglato altri due goal ma solamente nelle coppe europee. Sarà arrivato il momento di ripagare chi ha puntato su di lui anche in campionato? Per noi sì e nel match con il Genoa siamo certi che avrà la possibilità di portare a casa degli ottimi bonus per i suoi tanti estimatori.

Biraghi (Fiorentina): Il capitano viola è stato un po’ croce e delizia dei suoi fantallenatori per tutto l’anno visto che ai quattro goal siglati ha accompagnato un autogol e un rigore sbagliato, oltre alle tante prestazioni non esaltanti. Nonostante ciò, le sue capacità balistiche rimangono tra le migliori del nostro torneo ed il fatto che possa mettere una pezza alle sue prestazioni attraverso un calcio piazzato lo rende parecchio appetibile in ottica fantacalcio. Chissà se riuscirà ad inquadrare la porta contro un avversario alla portata come il Bologna, in un match che si prospetta parecchio divertente.

Dalbert (Cagliari): L’esterno brasiliano ha iniziato malissimo la sua avventura in rossoblù, con delle prestazioni a dir poco imbarazzanti ed una sufficienza d’atteggiamento che ha fatto inalberare ben più di un tifoso sardo, salvo poi riprendersi negli ultimi mesi dopo essere scampato all’epurazione degli svogliati avvenuta a gennaio. Da allora il suo apporto si è fatto sempre più utile alla squadra di settimana in settimana e, sollevato dalla maggior parte degli incarichi difensivi, sta riuscendo ad esprimere le sue buone qualità offensive. Contro lo Spezia potrebbe finalmente farsi perdonare tutti gli errori del girone d’andata trovando il passaggio giusto o addirittura la conclusione vincente, visto che si presenta in area con una certa facilità.

 

Centrocampisti:

Saponara (Fiorentina): Il trequartista italiano ha trovato il suo spazio e la sua dimensione tra le fila dei viola e sembra proprio che sia destinato a restarci per parecchio tempo a venire. Le sue prestazioni sono buone e si vede l’impegno che mette ogni volta in campo per il bene comune dei suoi. Dal punto di vista dei bonus però non sta brillando particolarmente ed il suo ultimo goal risale a fine novembre nel match con il Milan. Da allora solo un assist confezionato, poco per un giocatore del suo livello, e la sensazione che non riesca ad esprimersi al meglio. Le cose potrebbero cambiare già questa settimana visto che il Bologna è una squadra che concede dal punto di vista difensivo e potrebbe essere il terreno fertile per rivedere l’ex Spezia tornare ad esultare.

Malinovskyi (Atalanta): Il trequartista ucraino si sta dimostrando anche in questa stagione una mina vagante pronta a far esplodere il suo tiro da praticamente qualsiasi posizione a ridosso dell’area, spesso con ottimi risultati. Tra i tiratori presenti nel nostro campionato, lui è sicuramente quello più pericoloso anche se i sei goal portati a casa in Serie A non gli rendono giustizia. La possibilità di migliorare queste statistiche la avrà già questo weekend nel match contro il Genoa, in una partita in cui avrà sicuramente la possibilità di mettere alla prova le sue doti balistiche.

Luis Alberto (Lazio): Il fantasista spagnolo aveva iniziato davvero male questa stagione visto che il rapporto con Sarri stentava a migliorare e la sua posizione si stava facendo sempre più esterna al progetto. Con il tempo però, il suo status di pedina fondamentale dello scacchiere biancoceleste è stato ripristinato, grazie soprattutto alle sue giocate di classe per i compagni. Nell’ultimo match disputato ha trovato anche il suo quarto goal in campionato e siamo certi non voglia interrompere qui il suo momentum. Il prossimo avversario sul suo cammino sarà il Venezia e non crediamo che abbia i mezzi necessari per fermarlo e renderlo inoffensivo.

Zaniolo (Roma): Il golden boy giallorosso si sta finalmente riprendendo rispetto all’inizio di campionato disastroso e i suoi numeri aumentando a ritmo lento ma abbastanza costante. Il suo bottino è ancora imbarazzante se pensiamo che doveva essere uno dei crack del campionato ma diciamo che sta cercando di salvare il salvabile con tanto impegno e determinazione. Nel match con l’Udinese di questo weekend avrà la possibilità per fare un altro piccolo passo verso la redenzione, in un cammino ancora lungo e tortuoso.

Baselli (Cagliari): Il centrocampista ex Torino sembra trovarsi molto bene tra le fila dei sardi, e sotto la guida del suo storico mister Mazzarri, e nelle prime uscite con la nuova maglia ha dimostrato di poter essere una grande risorsa per l’obiettivo salvezza. La sua classe e le sue qualità sono indubbie ma la sua forma fisica non è ancora al massimo. Per questo potrebbe non partire titolare, nonostante le previsioni lo diano tra i primi undici, ma in ogni caso potrebbe essere uno dei protagonisti del match in un incontro chiave per la stagione degli isolani. Se dovesse riuscire a rendersi protagonista staccherebbe subito un biglietto di sola andata per il cuore dei suoi nuovi tifosi e compagni.

 

Attaccanti:

 

Berardi (Sassuolo): Il capitano neroverde si sta rendendo protagonista dell’ennesima stagione da protagonista e le sue gesta stanno conducendo i suoi nelle zone più alte della classifica. Per ora è il giocatore che ha messo a segno più bonus di chiunque altro, contando goal e assist assieme, e sicuramente chi ha creduto in lui anche quest’anno ha fatto un gran bell’affare. Contro la Salernitana non pensiamo possa avere molta difficoltà e le possibilità che al triplice fischio le sue statistiche siano aumentate ancora una volta è veramente alta.

Immobile (Lazio): Il cannoniere italiano per eccellenza ci sta facendo vedere l’ennesima stagione da capogiro e ormai è riconosciuto all’unanimità come il bomber per definizione. I venti goal in 28 giornate siglati fino a questo momento lo fanno stare a pari merito con Vlahovic ma siamo convinti che nella bagarre finale per aggiudicarsi il titolo di capocannoniere l’attaccante napoletano possa avere qualcosa in più. Intanto il primo fendente può essere sferrato già lunedì, in un match contro un Venezia che potrebbe essere la vittima perfetta della sua voglia di impressionare.

Giroud (Milan): La punta ex Arsenal ha fatto ricredere tutti i suoi detrattori nell’ultimo periodo, trasformandosi nell’uomo delle partite difficili con dei goal che definire pesanti sarebbe un eufemismo. Le sue marcature si sono rivelate vincenti con entrambe le dirette avversarie allo scudetto e potrebbe essere merito suo se i rossoneri torneranno sul tetto d’Italia dopo così tanto tempo. Intanto lui si gode le sue prestazioni e si prepara a segnare il più possibile contro qualsiasi avversario. Il prossimo ostacolo da superare, l’Empoli, è parecchio alla portata e per questo una sua marcatura è più che probabile.

Pavoletti (Cagliari): La torre isolana sta vivendo una buona stagione tra le fila rossoblù, da quando ha iniziato ad avere più spazio, e sta ripagando la fiducia del mister con prestazioni sempre grintose anche quando viene scelto a partita in corso. Il suo attaccamento alla maglia lo rende uno dei più pericolosi, specialmente nelle partite cardine che possono avere un’importanza maggiore a fine stagione. Una di queste partite è proprio la prossima contro lo Spezia in cui l’ex Sassuolo dovrebbe avere un posto tra gli undici di partenza. Anche se non sarà così e verrà scelto a partita in corso siamo certi che darà l’anima per raggiungere l’obiettivo e magari ritrovare un goal di testa che manca da tanto, troppo, tempo per uno come lui.

 

Andrea Sanna

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video