Fantacalcio 2021/22 – 26° Giornata

Portieri:

Strakosha (Lazio): L’estremo difensore albanese è riuscito a riacquistare il suo posto da titolare, dopo un periodo in cui è stavo relegato a sedere in panchina per far spazio al non più verdissimo Reina, ed ha ripagato la fiducia del suo mister con ottime prestazioni. Nelle ultime quattro uscite nessuno lo ha battuto e crediamo che voglia continuare questa striscia positiva anche nel prossimo match contro l’Udinese, per la gioia dei suoi fantallenatori. Anche nel caso in cui non dovesse farcela, ci aspettiamo comunque una valutazione non troppo negativa.

Skorupski (Bologna): Il portierone polacco non sta sicuramente vivendo la sua miglior stagione nel nostro campionato e, insieme a tanti della sua squadra, si sta rivelando una delle delusioni di questa stagione fantacalcistica. Nonostante questo, lui e i suoi dimostrano particolare attenzione nelle partite chiave per la salvezza, rischiando il meno possibile e giocando una gara dai ritmi non esaltanti, e per questo crediamo che lunedì possa far bene. Davanti a lui si presenterà lo Spezia, in un match che potrebbe essere fondamentale a fine stagione.

 

Difensori:

Faraoni (Verona): Il terzino italiano è ormai diventato un uomo fantacalcio nelle ultime stagioni anche se in questa sta deludendo un po’. I due goal e quattro assist raccolti fino ad ora non sono per niente male per un difensore ma se qualcuno si dice insoddisfatto è solamente colpa dei ritmi da campione visti negli scorsi anni. I due mesi di astinenza da bonus si iniziano a far sentire e c’è bisogno di una svolta per l’ex Inter. Questa potrebbe essere rappresentata dal match con la Roma di sabato sera, sua vittima preferita in assoluto, in cui ci aspettiamo di rivedere il Faraoni migliore.

Dumfries (Inter): L’esterno olandese è entrato completamente nei meccanismi proposti da Inzaghi e dopo una partenza un po’ a rilento ha finalmente iniziato a premere sull’acceleratore. La sua pressione in fase offensiva si sta rivelando utilissima e lui stesso si sta trovando spesso ad essere liberato in area per la conclusione. I tre goal e tre assist messi a segno fino ad ora non sono poi così lontani dai risultati raggiunti dal ben più blasonato Theo Hernandez e questo ci deve far rivalutare l’ex PSV. Domenica il suo avversario sarà il Sassuolo, in un match che si prospetta pieno di spazi in cui il classe ’96 può far male.

Cuadrado (Juventus): L’esterno colombiano sta disputando una buona stagione tra le fila dei bianconeri e sta avendo sempre più spesso la possibilità di giocare un po’ più avanzato rispetto agli ultimi anni. Fino a questo momento è riuscito a collezionare quattro goal nella massima serie italiana e vista l’offensività della nuova Juventus di Allegri ci aspettiamo che la situazione migliori. Stasera l’avversario sarà il Torino, sua vittima preferita con tre goal e nove assist in appena quindici incontri, e ci si aspetta una sfida serrata e divertente. Un suo bonus non è assicurato ma se credete nelle tradizioni…

De Silvestri (Bologna): L’esperto difensore rossoblù si sta rendendo molto utile ai suoi facendosi trovare pronto ogni qual volta serva un sostituto d’emergenza al suo mister. Che lo si metta esterno o centrale di difesa, lui svolge il suo lavoro in maniera diligente e facendo di tutto per la sua squadra. Oltretutto, le sue abilità in fase offensiva sono note e chissà che non vengano fuori in un match delicato per la classifica come quello di lunedì con lo Spezia. Potrebbe essere l’occasione giusta per spezzare un periodo parecchio negativo dei suoi e siamo sicuri che l’ex Torino ce la metterà tutta per raggiungere l’obiettivo.

Centrocampisti:

Sensi (Sampdoria): Il centrocampista italiano ha avuto subito un impatto devastante sulla stagione blucerchiata riuscendo a trovare la rete all’esordio. Il suo arrivo potrebbe essere fondamentale per i liguri, che sono probabilmente la squadra più singhiozzante dall’inizio della stagione e che devono trovare continuità se vogliono arrivare ad una salvezza tranquilla. L’ex Inter può essere la chiave e l’occasione si presenterà già domani nel match contro l’Empoli, in un incontro che data la natura di entrambe le squadre potrebbe essere pieno di emozioni.

Messias (Milan): L’ex fantasista del Crotone si sta trovando benissimo tra le fila dei rossoneri e sta dimostrando anche ai più scettici che il suo acquisto è stato tutt’altro che un granchio. Fino a questo momento della stagione ha già siglato tre goal in campionato ma la sua utilità spesso non viene registrata dalle statistiche, visto che consiste in tanto lavoro senza palla e al servizio dei compagni più avanzati. Contro la Salernitana avrà sicuramente l’occasione di rendersi pericoloso e chissà che non possa essere proprio lui il protagonista assoluto del match.

Pasalic (Atalanta): Il centrocampista croato sta dimostrando anche in questa stagione di essere uno dei migliori in fase offensiva, soprattutto quando si parla di inserimenti vincenti. Le sue qualità lo rendono una spina nel fianco delle squadre avversarie visto che essendo parecchio duttile può ricoprire più ruoli nel corso di una sola partita. In questa situazione d’emergenza per la squadra bergamasca sarà chiamato a giocare punta e per questo pensiamo che abbia ancora più possibilità di far gioire i suoi fantallenatori in questo turno. Davanti a sé ci sarà la Fiorentina, non il cliente migliore da affrontare, ma vista la posizione che ricoprirà è impossibile non schierarlo.

Zaniolo (Roma): il gioiellino giallorosso è in una stagione parecchio deludente e per ora è il più grande flop dell’intero campionato. Nonostante la valutazione da top player all’asta, ha siglato solamente due goal e un assist mentre è riuscito già a beccarsi due espulsioni. Insomma, se la sua stagione non prenderà una svolta si candiderà ad essere uno dei più odiati a fine campionato. L’occasione per rialzare la testa e riconquistare la fiducia di tutti la avrà già domani nel match contro il Verona, in una partita parecchio complessa anche per un organico forte come quello giallorosso.

Aramu (Venezia): Il trequartista scuola Torino è sicuramente il gioiello più prezioso dei lagunari e questo è dimostrato anche dal suo ottimo rendimento in ottica fantacalcistica. Le cinque realizzazioni e quattro assistenze accumulate fino ad ora sono un ottimo biglietto da visita e stanno aiutando la sua squadra in una corsa salvezza che si prospetta accesa fino alla fine. Contro il Genoa si ha la possibilità di sferrare un fendente doloroso ad uno dei diretti avversari e crediamo che se la missione andrà a segno il capitano dei veneti sarà un assoluto protagonista.

 

Attaccanti:
Osimhen (Napoli): La punta nigeriana è appena tornata in campo dopo l’infortunio alla faccia che lo ha tenuto fuori dai giochi per ben due mesi ed è subito tornato al goal nella prima partita da titolare. Le sue qualità sono indubbie e se dovesse ritrovare la forma avuta nelle prime uscite della stagione sarebbe uno dei top del girone di ritorno. Lunedì dovrà vedersela contro il Cagliari in trasferta in un match che si presenta parecchio positivo per l’ex Lille. Contro i sardi, infatti, ha sempre segnato dal suo arrivo in Italia e chissà che non possa continuare a far male alla sua vittima preferita.

Abraham (Roma): L’attaccante inglese ha avuto bisogno di un po’ di tempo per ambientarsi al meglio nel nostro campionato e negli schemi di Mourinho ma dopo un periodo segnato da contestazione e critiche sembra essersi finalmente ripreso il rispetto che merita. Da due mesi a questa parte è uno dei più continui e i suoi compagni hanno finalmente trovato in lui il riferimento offensivo che cercavano. Il prossimo avversario sul suo cammino sarà il Verona, squadra modesta ma che gioca parecchio bene, e crediamo che proprio l’ex Chelsea possa essere decisivo ai fini del risultato.

Caputo (Sampdoria): Colui che è riuscito a farsi chiamare Ciccio anche dai commentatori internazionali è nel mezzo di una stagione modesta che l’ha visto realizzare sei reti e quattro assist fino ad ora. I suoi non sono certo numeri da capogiro ma la colpa di ciò è da attribuire anche all’andamento non eccellente del suo team, immischiato nel pieno della lotta alla retrocessione. Sabato si ritroverà come avversario l’Empoli, la sua ex squadra che l’ha fatto esordire nella nostra massima serie, e siamo certi che sia una partita speciale per lui. Per questo ci aspettiamo il più classico dei goal dell’ex, in un match che potrebbe dire molto del proseguo del campionato dei suoi.

Barrow (Bologna): Il ventitreenne gambiano aveva iniziato benissimo questo campionato, illudendo tutti che questa fosse davvero la stagione della sua definitiva consacrazione, ma a lungo andare il suo rendimento è calato in maniera drastica. Il suo ultimo bonus registrato risale all’inizio di dicembre e per trovare quello precedente ci tocca arrivare fino a fine ottobre. Il suo ultimo periodo non è stato roseo, così come quello della sua squadra, ma l’occasione per invertire la rotta c’è ed è proprio questo lunedì nel match contro lo Spezia. Una vittoria nel posticipo potrebbe rilanciare la stagione degli emiliani e chissà che non sia proprio l’ex Atalanta a firmare la rete di una importantissima vittoria.

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video