Fantacalcio 2021/22 25° Giornata

Portieri:

Maignan (Milan): Il portierone francese si trova in un momento di forma splendido e le sue mirabolanti parate stanno dando una grossa mano ai rossoneri in questo momento cruciale della stagione. L’ex Lille non sta facendo rimpiangere Donnarumma e anzi in poco più di mezza stagione è riuscito a far passare in sordina il suo addio, quasi come se fosse successo anni fa e non solo da qualche mese. Contro la Sampdoria le insidie per la sua porta non saranno poche ma siamo certi che ci siano buone possibilità di vederlo imbattuto al triplice fischio, probabilmente con una signora valutazione in pagella.

Sirigu (Genoa): L’esperto portiere dei liguri non sta vivendo la sua miglior stagione, a causa prevalentemente del poco valore della sua squadra. Nonostante ciò, nelle ultime due partite è riuscito a mantenere la porta inviolata e, se escludiamo l’incredibile batosta con la Fiorentina, nell’ultimo periodo sta rendendo la vita davvero complicata a chi cerca di impensierirlo. Per questo motivo in questo fine settimana potrebbe arrivare un altro clean sheet nel match casalingo contro il fanalino di coda Salernitana, in un incontro fondamentale per la sua squadra se vuole ancora avere qualche speranza di rimanere nella massima serie anche la prossima stagione.

 

Difensori:

Singo (Torino): Il giovane esterno ivoriano si sta comportando molto bene in questo 2022 e sta cominciando ad esprimere seriamente tutto il suo potenziale offensivo. Nelle prime quattro uscite di quest’anno, è riuscito a portare a casa ben due goal ed un assist ed è anche grazie a lui se la sua squadra sta vivendo un campionato così tranquillo e sereno. Nell’ultima uscita c’è stata una battuta d’arresto per i suoi, ma l’occasione per rialzarsi immediatamente si presenterà già domenica nel match casalingo contro il Venezia. Da lui ci si aspetta una prestazione più che sufficiente con la speranza di vederlo protagonista in una delle marcature granata.

Biraghi (Fiorentina): L’esterno italiano sta vivendo una stagione di alti e bassi ma dobbiamo dire che nell’ultimo periodo i primi sono stati maggiori dei secondi. Dalle sue prestazioni sembra essere tornato quello di qualche anno fa e la fascia di capitano che porta al braccio è una grande responsabilità per lui. Nell’ultima uscita è stato protagonista di un autogol ma crediamo fortemente che la voglia di rivalsa lo renderà protagonista di un’ottima prestazione nel match contro lo Spezia di lunedì. Dall’ex Inter non pretendiamo niente, solo una gara gagliarda giocata al massimo delle possibilità per scacciare via i brutti ricordi dello scivolone della scorsa settimana.

Calabria (Milan): Il difensore italiano è cresciuto in maniera esponenziale sotto la guida di Pioli, che attraverso la sua fiducia lo ha trasformato da timido terzino un po’ titubante a indomito esterno che non ha paura di affondare quando ne ha la possibilità. Il suo valore fantacalcistico è schizzato alle stelle in questa stagione e con ragione, visti i due goal e due assist messi a segno e un’onestissima fantamedia del 6,81. Contro la Sampdoria non ci aspettiamo che abbia chissà quali problemi e crediamo fortemente che possa finire l’incontro con una valutazione più che positiva in pagella.

Bellanova (Cagliari): Il giovane ex Bordeaux si sta riuscendo ad esprimere al meglio in questo “Cagliari 2022”, che sembra essere una squadra completamente diversa rispetto alla compagine da incubo che ha svolto tutto il girone d’andata, e le sue prestazione stanno migliorando di giornata in giornata. L’esplosività e la velocità di cui è dotato si stanno rivelando delle carte fondamentali per i suoi, che hanno trovato in lui una risorsa importante che mancava nell’organico. Nell’ultimo incontro ha trovato il suo primo assist della stagione e siamo sicuri che ci siano buone possibilità che ripeta l’impresa già questa domenica nell’ostica trasferta contro l’Empoli. Il suo successo non è assicurato ma è una bella scommessa da metter dentro in un match che si prospetta equilibrato.

 

Centrocampisti:

Felipe Anderson (Lazio): L’esterno brasiliano non si trova al centro della sua stagione migliore tra le fila dei biancocelesti e nelle ultime uscite è stato addirittura rilegato in panchina per far posto al più in palla Zaccagni. Queste difficoltà non erano previste ad inizio anno, quando si pensava a lui come uno dei centrocampisti migliori da prendere all’asta, e a causa della sua involuzione lo si vede sempre più spesso utilizzato come pedina di scambio di lusso. L’ultimo suo bonus risale ad un mese fa mentre l’ultimo suo goal addirittura ad ottobre. La sfida di domani contro il Bologna è l’occasione adatta alla sua risalita, vista anche la probabile assenza di Immobile, e l’ex West Ham dovrà fare di tutto per impressionare Sarri e ristabilirsi nelle sue gerarchie, se non vuole finire ad essere un semplice comprimario di lusso.

Tonali (Milan): Il centrocampista italiano si sta comportando più che splendidamente in questo periodo e le sue qualità lo stanno facendo risaltare come uno dei giovani di maggior prospetto del nostro campionato. La personalità e le qualità messe in mostra nelle ultime uscite sono più che notevoli e Pioli si sta godendo i frutti del suo lavoro con questi ragazzi dalle potenzialità altissime. Nonostante questo, fantacalcisticamente non si sta parlando di un top di reparto, visto che per lui i bonus sono una rarità, ma comunque con una fantamedia del 6,62 non si può dire che non sia una buona sicurezza di voto da avere. Nell’incontro con la Sampdoria di questo weekend ci aspettiamo un’altra ottima valutazione, nella speranza che una sua sassata da fuori area trovi l’angolo giusto per insaccarsi.

Praet (Torino): Il trequartista dei piemontesi sembra aver finalmente trovato la squadra adatta alle sue capacità e si sta comportando molto bene in questa stagione. La sua personalità nella gestione dell’offensiva è più che efficace e il fatto che non disdegni gli inserimenti lo rende particolarmente pericoloso agli occhi degli avversari. Fino a questo momento le sue caratteristiche gli hanno fruttato due reti ma siamo certi che non voglia accontentarsi. La partita casalinga con il Venezia è l’occasione giusta per fare male e magari far saltare di gioia i fantallenatori che hanno creduto in lui per questa stagione.

Barak (Verona): Il trequartista ceco sta confermando anche quest’anno le sue indubbie qualità, messe in mostra anche con un’insolita continuità nella prima parte del campionato salvo poi riapparire un po’ a sprazzi nell’ultimo periodo. Il suo andamento segue molto quello della sua squadra e non si capisce bene se siano i suoi a giocare bene quando è in forma lui o se è lui ad essere in forma quando giocano bene i suoi. Lasciando perdere questi dilemmi irrisolvibili, il suo campionato è stato comunque costellato da otto goal e tre assist, numeri non da poco per un centrocampista di una medio-piccola come l’Hellas. Per questo motivo il suo digiuno dal bonus, che ormai sta durante quasi un mese, ci sembra vicino a concludersi e l’Udinese, sua ex squadra, sembrerebbe proprio la vittima adatta. Nulla di assicurato, ma il goal dell’ex è sempre una possibilità da tenere in considerazione.

Amiri (Genoa): Il neoacquisto del grifone è arrivato solo pochi giorni fa in Italia e ha potuto disputare solo uno spezzone di partita fino ad ora. Nonostante il poco minutaggio, la sua presentazione è sembrata di quelle parecchio interessanti e chi ci ha scommesso sopra non vede l’ora di vedere se si sarà rivelata una scelta lungimirante o meno. L’occasione migliore per vederlo splendere si presenta già domenica nel match contro il fanalino di coda Salernitana, nella speranza di poter ammirare la nascita di una nuova stella nel nostro campionato.

Attaccanti:

Giroud (Milan): La punta ex Arsenal è riuscito a passare da mezzo flop a eroe nel giro di cinque minuti nella scorsa uscita, grazie alla doppietta rifilata nel derby ai nemici interisti che ha fatto esplodere di gioia qualsiasi supporter rossonero. Il suo umore è più che alle stelle e anche in Coppa Italia ha trovato due volte la rete per confermare il suo momento smagliante. Con queste premesse era impossibile non consigliarlo in questa giornata, in un match contro la Sampdoria che sembra essere tutto tranne che insormontabile per il gigante francese di questo periodo.

Vlahovic (Juventus): L’attaccante serbo non poteva immaginare una presentazione migliore tra le fila dei bianconeri, visti i due goal messi a segno nelle prime due uscite con la maglia strisciata, e il cambio di squadra non sembra aver influenzato in alcun modo il suo devastante impatto sulle retroguardie avversarie. Le sue qualità superlative lo rendono uno dei top player del campionato e le 18 reti messe a segno fino a questo momento ne sono un prova lampante. Sembrerebbe che in pochi siano in grado di fermare la sua furia e crediamo che la retroguardia della sua prossima avversaria, l’Atalanta, non sia tra questi pochi eletti. Per questo motivo, nonostante la forza dell’avversario e l’importanza della partita, crediamo che l’ex Fiorentina possa essere l’ago della bilancia che farà tendere la sorte del match dalla parte dei bianconeri.

Pedro (Lazio): L’esperto attaccante spagnolo si trova al centro di una stagione che pensiamo neanche lui immaginasse così prolifica. La sua incidenza su molti match è stata sorprendente e le sette reti e i tre assist messi a segno fino ad ora sono stati una manna dal cielo per chi lo ha acquistato come quinto o sesto attaccante. In questo 2022 il suo momento sembra essersi un po’ affievolito, visto che l’ultima marcatura risale al dicembre dello scorso anno, ma basta una buona occasione per farlo tornare a splendere. Contro il Bologna l’indice di difficoltà del match non sembra così alto e siamo sicuri che l’ex Barcellona avrà la possibilità di fare male alla retroguardia emiliana.

Cabral (Fiorentina): L’attaccante brasiliano appena arrivato tra le fila dei viola per sostituire Vlahovic non ha sfigurato nella prima uscita, nonostante la sonora sconfitta dei suoi, e ha fatto vedere delle buone qualità in alcuni momenti della gara. Il suo atteggiamento al nostro campionato sembra essere stato quello giusto e lui sembra poter sguazzare nel nostro mondo di tattica e fisicità. Nel prossima match contro lo Spezia non è sicura la sua partenza dal primo minuto, visto anche il buon momento del concorrente di reparto Piątek, ma siamo sicuri che se gli verrà concesso uno spezzone abbastanza ampio di partita potrà essere uno dei protagonisti della gara.

 

Andrea Sanna

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video