Fantacalcio 2021-22 – 24° Giornata

Dopo le mirabolanti avventure delle aste di riparazioni e le cifre folli spese per avere campioncini che probabilmente non meritano quelle valutazioni, si ritorna a giocare in Serie A per la 24° giornata del nostro campionato. Vediamo quali saranno state le scelte di GP Report per condurvi al successo fantacalcistico anche in questo turno!

 

Portieri:

Musso (Atalanta): L’estremo difensore ex Udinese si sta comportando abbastanza bene in questa prima stagione tra le fila dei bergamaschi e le sue parate sono state fondamentali per regalare punti ai suoi in più di un’occasione. Nelle ultime due uscite è riuscito a mantenere la porta inviolata e siamo certi che voglia compiere un fantastico tris. A cercare di impedirglielo ci sarà il Cagliari che però sarà orfano del suo giocatore più pericoloso, Joao Pedro, vista la squalifica. Crediamo che, vista questa mancanza, le azioni pericolose dei sardi saranno molto limitate e per questo il classe ’94 avrà buone probabilità di terminare la partita con la rete inviolata.

Milinkovic-Savic (Torino): Il guardiano della porta serbo è in una stagione idilliaca e alla prima occasione da titolare nella nostra massima serie si sta rivelando uno dei punti di riferimento dei suoi. La sua porta è la terza meno battuta del campionato e lui si è affermato come un portiere di prima fascia anche al fantacalcio. Domenica sera ad attenderlo in trasferta ci sarà l’Udinese, in un match che se impostato sulla tattica e sull’attenzione potrebbe regalare un’altra imbattibilità all’estremo difensore granata.

 

Difensori:

Maitland-Niles (Roma): L’esterno ex Arsenal è stato accolto con traboccante ottimismo dai suoi tifosi e dagli estimatori di campionati esteri al fantacalcio. Certo non si sta parlando di un campionissimo, però il classe ’97 sembra aver avuto un buon impatto con il nostro torneo e potrebbe rivelarsi un ottima risorsa per Mourinho ed i suoi. Contro un avversario che ha cambiato tanto in questo mercato come il Genoa potrebbe trovare le indecisioni giuste per sfondare sulla fascia e trovare i primi bonus della sua esperienza fantacalcistica italiana.

Rrhamani (Napoli): Il difensore albanese è uno dei pilastri della formazione di Spalletti e da quando si è infortunato Koulibaly ha preso in mano le chiavi della retroguardia, guidandola benissimo nonostante la poca esperienza in una squadra di alta classifica. Le sue giocate sono difficilmente sconclusionate e le sue sbavature sono molte meno delle sue ottime intuizioni. Contro un avversario come il Venezia non dovrebbe avere grossissimi problemi e chissà che non trovi la rete anche questa settimana, come fatto nell’ultimo turno.

Pellegrini (Juventus): Il giovane terzino ex Cagliari sta avendo la possibilità della vita tra le file bianconere, grazie al declino precipitoso di un titolare come Alex Sandro, e con Allegri potrebbe crescere in modo esponenziale. Il mercato di gennaio non l’ha portato verso altri lidi e questo fa capire che sia la società che l’allenatore puntano su di lui. Contro il Verona non sarà una passeggiata, anzi, ma crediamo che possa dare il suo contributo alla causa con una bella prova sulla fascia.

Murru (Sampdoria): Il terzino sardo non ha trovato tanto spazio nella prima parte di stagione, collezionando 9 presenze e un goal, ma con il ritorno del suo maestro Giampaolo siamo certi che avrà tante possibilità in più. L’allenatore si trova benissimo con lui e lui sa cosa l’allenatore si aspetta. La sintonia tra i due potrebbe essere cruciale per il continuo di stagione doriano, che già domenica sarà chiamata ad una sfida proibitiva con il Sassuolo. Nicola dovrebbe partire dal primo e siamo certi che non voglia farsi sfuggire l’opportunità di rimettersi in mostra nel nostro campionato.

 

Centrocampisti:

Ruiz (Napoli): Il centrocampista spagnolo è stato costretto a saltare un bel po’ di settimane per infortunio e la sua mancanza si è fatta sentire eccome. Le sue doti di gestione del possesso e di verticalizzazione lo rendono uno dei migliori del campionato in quel ruolo e i numeri fatti segnare nel prima parte lo dimostrano. I cinque goal e tre assist già realizzati fanno ben sperare per un suo ritorno subito all’insegna del bonus. L’occasione per toglierci questo dubbio si presenta già domenica nella trasferta di Venezia, dove ci aspettiamo come minimo una partita più che positiva dell’ex Betis.

Bajrami (Empoli): Il trequartista albanese sta finalmente trovando spazio tra le scelte di Andreazzoli, che per buona parte del girone d’andata l’ha tenuto a mezzo servizio concedendogli appena qualche spezzone nel finale dei match. Lui ha ripagato questa fiducia con costanza e giocate di gran classe, che gli hanno permesso di siglare ben tre reti nelle ultime cinque di campionato. Il suo momento non si può che definire come ottimo e per questo crediamo possa far bene anche contro il Bologna. Non è sicuro che la vittoria verrà riportata in toscana ma sicuramente il ventiduenne avrà gli spazi adatti a mettere in mostra tutto il suo potenziale.

McKennie (Juventus): Il centrocampista americano è una delle poche sorprese positive del campionato bianconero ed è proprio dalla sua costanza che i piemontesi stanno cercando di ripartire per risalire la china. Le sue doti stanno venendo fuori sempre di più e in questa stagione abbiamo iniziato ad apprezzare i suoi movimenti d’inserimento ed anche un colpo di testa niente male. Queste caratteristiche gli hanno permesso di siglare già tre goal nel girone d’andata, bottino niente male per come è stato l’andamento medio dei suoi. Contro il Verona non sarà un match semplice ma siamo certi che il numero 14 potrà rendersi pericoloso in più di un’occasione grazie ai suoi inserimenti.

Zaniolo (Roma): Il gioiellino giallorosso sta finalmente tornando ad essere incisivo sui match come lo è stato prima del suo infortunio e nell’ultima partita è finalmente tornato ad essere il protagonista indiscusso. Questa prestazione fa ben sperare per un giocatore che doveva essere un top ad inizio anno ma che con i suoi due goal e un assist si è rivelato una delle delusioni peggiori di questa stagione. L’occasione per continuare a far bene e tornare a scalare le classifiche di gradimento dei propri fantallenatori si presenterà già domani quando ad attenderlo ci sarà il Genoa. Non assicuriamo una rete in questa gara ma diciamo che se dovesse ritrovarsi un bonus a fine partita il vostro avversario non potrebbe lamentarsene come se fosse inaspettato.

Verdi (Salernitana): Il fantasista italiano ha cambiato regione pur restando in granata in questo mercato invernale, passando da quello piemontese del Torino a quello campano della Salernitana. Questa nuova piazza potrebbe favorire il suo riscatto, visto che sono ormai anni che non lo si vede giocare con continuità a buoni livelli. L’organico del suo team non è certo di prima fascia ma qualche soddisfazione al fantacalcio la può ancora regalare. L’occasione propizia è proprio lunedì nella sfida salvezza contro lo Spezia, praticamente una finale se si vuole ancora sperare nella flebile possibilità di salvezza degli uomini di Colantuono.

 

Attaccanti:

Scammacca (Sassuolo): L’attaccante italiano è stato uno dei nomi più chiacchierati in questa sessione di mercato invernale anche se alla fine è rimasto tra le fila neroverdi del Sassuolo. La sua scelta è comprensibile visto che sta facendo molto bene in Emilia e che gli serve continuità di prestazioni se vuole convincere Mancini a portarlo in nazionale per le qualificazioni mondiali. Se continuerà sulla strada tracciata nel girone d’andata non ci saranno grossi problemi e il suo sogno azzurro diventerà realtà. La possibilità di mettersi in risalto ci sarà già domenica contro la Sampdoria, in un match che si presenta come altamente spettacolare ed incerto. Il gol dell’ex Genoa non è scontato ma molto probabile.

Osihmen (Napoli): Il nigeriano è al ritorno da un calvario fastidiosissimo dovuto ad un infortunio facciale che lo ha tenuto fuori dai giochi per molti mesi dopo un inizio strepitoso. La sua voglia di rivalsa è alle stelle e siamo certi che voglia riprendersi i riflettori e le attenzioni che aveva attirato, giustamente, su di sé nella prima parte. Sulla sua strada ci sarà un Venezia umile ma mai domo che cercherà in tutti i modi di opporsi alla sua offensiva. Confidiamo che la retroguardia lagunare non abbia successo e siamo fiduciosi nel fatto che l’ex Lille possa tornare al goal proprio in questa occasione.

Muriel (Atalanta): La punta colombiana sta trovando maggiore spazio nell’ultimo periodo, complice l’infortunio del compagno di reparto e nazionale Zapata, ma non sta riuscendo ad essere devastante come ci aveva abituato nello scorso campionato. Gli appena quattro goal portati a casa fino a questo momento sono troppo poco per il riferimento offensivo di una macchina da goal come l’Atalanta e questo non fa ben sperare per il minutaggio una volta tornato Duvan. Per questo motivo ogni partita rimanente prima del ritorno del compagno deve essere giocata come una finale dall’ex Fiorentina, al fine di limare e limitare al massimo il ritorno della vecchia gerarchia. Contro il Cagliari l’occasione è ghiotta ed è probabile un bonus al fianco della sua valutazione a fine partita.

Pinamonti (Empoli): L’attaccante scuola Inter è nel pieno della sua stagione migliore da quando ha iniziato a trovare spazio nella massima serie italiana ed insieme al suo Empoli vuole continuare a sognare senza porsi limiti. La sua freddezza sotto porta gli ha fruttato otto reti fino ad ora, già miglior risultato di sempre nonostante manchi ancora metà stagione alla fine, e non crediamo si voglia fermare qui. Come per Scamacca, anche lui vuole farsi notare in vista dei mondiali e la sua squadra potrebbe giovarne assai di questa sua determinazione. Contro il Bologna si prospetta una partita alla portata e abbiamo il presentimento che lo zampino dell’ex Genoa sarà determinante ai fini del risultato.

 

Andrea Sanna

 

 

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video