Consigli Fantacalcio – 23° giornata

Fantacalcio 23° giornata

A Carnevale ogni scherzo vale. Nonostante ciò, vale anche prepararsi a dovere per subire meno scherzi possibili in questa annata di fantacalcio, che di scherzi gobbi ne ha già tirato più che abbastanza. Vediamo dunque quali costumi consiglia di mettere la redazione di GP Report per sorprese indesiderate in questa 23° giornata di Serie A.

 

Portieri:

Szczesny (Juventus): Il portierone polacco ci ha abituato ormai a un livello di prestazioni elevato e per questo i successi di quest’annata stanno passando un po’ in sordina. Nonostante non se ne parli, ha subito appena 13 goal in sole cinque occasioni, mantenendo la porta inviolata ben 11 volte quest’anno. Nessuno come lui, 70% delle volte in cui è sceso in campo non ha subito. Questi numeri confermano ancora una volta il suo indiscusso valore e contro una compagine abbordabile come lo Spezia, fresco di cambio in panchina parecchio contestato, siamo sicuri avrà la possibilità di brillare nuovamente.

Provedel (Lazio): L’estremo difensore dei biancocelesti si è reso protagonista di un inizio di stagione che ha sorpreso tutti, consentendogli di passare in poco tempo da riserva presa da una piccola ad assoluto gestore di tutta la fase difensiva della squadra capitolina. La sua sicurezza sta aiutando i compagni di reparto a dare il meglio e spesso è grazie alle sue parate se gli uomini di Lotito ottengono risultati preziosi. Contro la Salernitana ha buone possibilità di mantenere la propria porta inviolata, viste le assenze in attacco dei campani e la poca conoscenza dell’organico da parte del nuovo allenatore, e attestarsi al primo posto per partite senza subire tra i colleghi di Serie A.

 

Difensori:

Milenkovic (Fiorentina): Il centrale serbo non sta vivendo la sua migliore stagione con la maglia viola, risultando spesso una copia sbiadita dell’ottimo interprete visto nei passati campionati. Il suo rendimento rispecchia un po’ quello della squadra e anche lui si esibisce in grandi giocate a sprazzi, senza assicurare continuità. La sua attitudine da goleador però non si è sopita e, nonostante tutto, ha già messo a segno due reti. Nel derby con l’Empoli sarà un match da coltello tra i denti e tanta pressione, e chissà che non venga sbloccato proprio sugli sviluppi di calcio piazzato, la situazione preferita dal classe ’97 viola.

Di Lorenzo (Napoli): L’esterno italiano è come sempre una sicurezza sulla fascia destra e il suo apporto sta aiutando il suo Napoli a raggiungere un obiettivo ambizioso, inimmaginabile ad inizio stagione. Le sue sgroppate sulla fascia sono intramontabili ed è lui il destinatario della maggior parte delle azione offensive sviluppate sulla destra. Contro il Sassuolo non sarà una passeggiata di salute, visto anche l’ottimo momento nero verde, ma crediamo che l’ex Empoli possa svolgere una delle sue ottime partite solite, magari condita da un bel bonus in fase offensiva.

Zappacosta (Atalanta): L’esterno dei bergamaschi sta trovando finalmente spazio in questa stagione dopo aver dovuto fare i conti con i tanti infortuni che ormai lo perseguitano da anni, e nell’ultima uscita sembra esser tornato a spingere come lui sa fare. La rete contro la Lazio è stata superlativa e decisiva per portarsi a casa un risultato che potrebbe valere parecchio nel conto finale della stagione. Contro una compagine più abbordabile come il Lecce avrà spazi per muoversi ed esprimersi e chissà che non bissi la grande partita di settimana scorsa, magari anche con un gran goal.

Thiaw (Milan): Il giovane centrale tedesco sta letteralmente stregando i tifosi rossoneri, che nel momento più buio sembrano aver trovato uno scoglio a cui aggrapparsi, grazie ad una sicurezza fuori dal comune per un classe 2001. Le ultime uscite sono bastate a qualificarlo come il prossimo giovane da valorizzare e crediamo che da qui a fine campionato potrà fare davvero bene alla corte di Pioli. Contro il Monza dovrà confermare le buone impressioni di tutte, in una gara non troppo semplice contro una squadra in formissima che non ha ancora perso nel 2023.

 

Centrocampisti:

 

Felipe Anderson (Lazio): Il brasiliano si sta esprimendo su ottimi livelli e sta facendo rimembrare ai suoi tifosi biancocelesti il suo periodo d’oro passato a Roma. Il suo bottino si attesta a 6 goal e 2 assist e, nonostante possa sembrare un po’ povero, è stato fondamentale a coprire il buco lasciato dal cannoniere Immobile per varie settimane. Contro la Salernitana avrà sicuramente lo spazio per esprimersi, complice anche la situazione non idilliaca dei campani, e siamo fiduciosi possa portare almeno un assist ai tanti fantallenatori che l’hanno scelto.

Barella (Inter): Il giovane centrocampista sardo è il cuore pulsante dell’Inter di Inzaghi e le prestazioni dei suoi rispecchiano molto il momento del ragazzo di Cagliari. Quando lui è in forma, tutta la squadra si esprime su livelli altissimi, grazie all’intensità e alla qualità che riesce a dare alla manovra. Il bonus però manca da un po’ di tempo ma crediamo ci possano essere ottime possibilità di ritrovarlo in un match teso come quello che lo attende con l’Udinese, dove una delle sue giocate potrà essere la chiave per mettere k.o. i friulani.

Orsolini (Bologna): L’esterno italiano sta ritrovando un po’ di fiducia nell’ultimo periodo e si sta esprimendo su livelli tutt’altro che soliti. Dopo una prima parte parecchio altalenante, da novembre è tornato a essere incisivo e sta aiutando il Bologna a ritrovare risultati importanti dopo un periodo di smarrimento . I cinque goal messi a referto sono stati spesso determinanti per portare a casa la vittoria e contro una formazione in difficoltà come la Sampdoria potrà essere una delle sue giocate a determinare il risultato finale.

Miranchuk (Torino): Il trequartista russo ha ritrovato la tranquillità tra i granata e sta ripagando la fiducia dell’allenatore con prestazioni di livello indiscutibile. Nel corso dell’anno ha già messo a segno 4 goal e 2 assist e nelle ultime quattro uscite ha ottenuto tre volte un 7 come valutazione. Contro la modesta Cremonese potrà farsi notare sicuramente, sperando che una sua fucilata si incastoni sotto il sette.

Ederson (Atalanta): Il centrocampista brasiliano ha reso un po’ al di sotto delle aspettative in questa stagione, dopo l’ottimo anno trascorso a Salerno, e le sue prestazioni sono sempre altalenanti. Nelle ultime uscite sembra esser riuscito a farsi valere maggiormente e non troppe settimane fa ha trovato anche la sua prima realizzazione con la maglia nerazzurra. Contro il Lecce sarà chiamato a sostituire lo squalificato De Roon e crediamo possa sfruttare questa possibilità per mettersi in mostra e conquistare un po’ di minutaggio, magari trovando la sua seconda marcatura.

 

Attaccanti:

Immobile (Lazio): L’attaccante napoletano è tornato dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal rettangolo verde per buona parte dell’anno e ha tutta l’intenzione di recuperare il tempo perso. Le sue qualità sotto porta sono rinomate e la sua capacità di essere pericoloso è ben conosciuta tra gli appassionati del nostro torneo. Contro il Lecce si pretende un ritorno al goal per il 17 biancoceleste, senza se e senza ma.

Lookman (Atalanta): L’inglese è il vero crack del nostro campionato e nella sua prima stagione nella massima serie italiana sta mettendo a ferro e fuoco qualsiasi compagine gli si ponga di fronte. I dodici goal e quattro assist messi a referto fino a ora lo hanno fatto volare nella stratosfera delle valutazioni e la sua costanza ha portato Gasperini a metter da parte un pupillo come Zapata per lui. Contro il Lecce non si dovrà scontrare con una difesa troppo arcigna e per questo crediamo che il suo appuntamento con il bonus non si fermerà neanche in questa giornata.

Leao (Milan): Il portoghese ha un po’ perso la bussola nell’ultimo periodo e in tanti non hanno perso tempo per ricoprirlo di critiche e commenti che fino a qualche settimana prima sarebbero stati sacrileghi. Complice un impegno tutt’altro che forsennato, i suoi tifosi si sono un po’ rivoltati contro di lui ma l’ultima uscita di Champions, che ha portato un’inaspettata vittoria rossonera, lo ha visto ritornare ad essere la mina vagante che conosciamo tutto. Speriamo che quest’intenzione non l’abbia messa solo dopo aver sentito la musica della Champions e che visto il valore anche del Monza, suo prossimo avversario imbattuto nel 2023, possa confermare le buone cose fatte vedere in settimana.

Gaich (Verona): La punta argentina sta muovendo i primi passi nella squadra gialloblù dopo l’arrivo nel mercato invernale e dobbiamo dire che la prima impressione non è per niente male. La sua aggressività nel cercare di conquistare costantemente il possesso della sfera è meritevole di attenzione e crediamo possa fare molto bene in questa seconda metà di campionato. Al Verona serve una punta con urgenza e a lui spazio per macinare minuti, un’unione d’intenti che può essere particolarmente fruttuosa nel futuro prossimo.

Andrea Sanna

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video