Bis di dolci finali in Primavera

Seconda vittoria di fila al photofinish per il Cagliari Primavera che nella seconda uscita casalinga della stagione supera la Fiorentina per 2 a 1.

Una gara che inizia su ritmi abbastanza bassi con pochi guizzi nel primo quarto d’ora ma che dal nulla si mette in discesa per i padroni di casa. È il 15’ quando Desogus, il migliore dei suoi per intensità fino a quel momento, disturba il giro palla viola in difesa portando all’errore d’impostazione di Frison. La palla è intercettata da Del Pupo in trequarti che avanza fino ad entrare in area e scarica un sinistro basso che trova la deviazione giusta per diventare imparabile ed infilarsi alla sinistra del portiere ospite Fogli.

Dopo il vantaggio sardo le due formazioni giocano a viso più aperto, con gli ospiti che si propongono in modo più offensivo e i padroni di casa che aspettano l’errore per ripartire in velocità. Le conclusioni si vedono da entrambe le parti per il resto della prima frazione ma sempre da fuori area e difficilmente insidiose tranne al 39’ quando Agostinelli fa partire un tiro potente dal limite che D’Aniello è bravo a mandare sulla traversa. Al rientro dalla pausa, le due squadre si continuano ad equivalere e nei primi dieci minuti è ancora il Cagliari ad avere la possibilità di segnare con il contropiede portato avanti da Tramoni, il quale viene fermato in area da una scivolata perfetta di Lucchesi sulla quale arriva Desogus che scarica un sinistro sul primo palo ben bloccato in due tempi da Fogli. Per sbloccare l’impasse Agostini e Aquilani ricorrono ai cambi inserendo Vinciguerra, Masala e Cavuoti per Yanken, Tramoni e Desogus e la coppia Krastev-Capasso per Egharevba ed Agostinelli. La mossa ospite da subito i suoi frutti e un minuto dopo i viola trovano il pareggio. Grande azione di Corradini sulla destra che lascia sul posto due avversari per poi mettere al centro un cross basso respinto da Palomba sul quale si avventa prima Capasso, che trova il muro sulla conclusione, e poi l’altro entrato Krastev, il quale indovina l’angolo per battere l’incolpevole D’Aniello. Il Cagliari accusa il colpo e sono i viola a mettere maggiore pressione per il resto del match senza però creare grossi problemi ad un D’Aniello oggi più attento che mai. Al quinto degli iniziali sei, diventati poi otto, minuti di recupero però il Cagliari trova il nuovo vantaggio.

Azione personale fenomenale di Vinciguerra che, dopo aver ricevuto palla spalle alla porta sul versante mancino, prima si gira lasciando sul posto il diretto avversario e poi, una volta entrato in area, si libera del secondo marcatore spostandosi la palla sul destro e infila Fogli con una conclusione precisa. Primo centro in Primavera per il classe 2005 che fa esplodere di gioia la panchina rossoblù che si riversa in campo per festeggiare. Durante l’esultanza però si accende un battibecco tra Desogus e Dainelli che porta l’ammonizione per il primo e l’espulsione per il secondo. Allo scadere Vinciguerra avrebbe la palla della doppietta dopo un ottimo contropiede sull’asse, ogni giornata meglio oliato, Zallu-Masala ma a tu per tu con Fogli mette a lato. Al triplice fischio la gioia degli isolani e incontrollabile e Desogus, probabilmente ancora innervosito dal precedente litigio, esulta in faccia alla panchina ospite scatenando un parapiglia. Per lui arriva l’espulsione che è tanto giusta quanto inutile vista l’importanza per i suoi del numero 10, che dovrà saltare qualche partita per squalifica. Nonostante questa pecca finale, Agostini può giustamente esultare visto il risultato favorevole in questa partita difficile e può godersi in tranquillità la provvisoria prima posizione e imbattibilità dei suoi. Ora la testa va’ alla partita di Coppa Italia con il Monza di mercoledì, per iniziare al meglio anche il cammino nella coppa nazionale con la stessa voglia di lottare fino alla fine che sta caratterizzando questi ragazzi.

Andrea Sanna

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video