Venezia – L’Energia del Dragone nella Città sospesa

10 milioni di pali che reggono la Serenissima e la separano dalla terra ferma.

Oltre che dai canali, Venezia è attraversata dalle calle, strade che tagliano in due case e negozi.

Il nome deriva dal latino Callis, che significa “sentiero”. Possono essere larghe o strette, ma comunque affascinanti.

La più stretta è quella di Calle Varisco che misura appena 50 cm.

 

Le calle hanno visto passare amanti e rivali.

Venezia è Bella e romantica di giorno quanto misteriosa e inquietante di notte.

 

Pare che la città sia stata costruita seguendo una rete di correnti telluriche, sia positive sia negative.

La comprova, secondo questa teoria, sarebbe data dallo stesso Canal Grande, una rappresentazione del “Serpente”, simbolo delle forze misteriose che animano la città.

Applicando la disciplina orientale del Feng Shui (l’antica scienza secondo la quale ogni abitazione dovrebbe essere costruita seguendo le linee energetiche) alla mappa di Venezia, il Canal Grande si snoda come un Dragone, tagliando in due la città. La testa del Drago, il “Caput Draconis” si troverebbe agli antipodi della Chiesa di San Giorgio, che sorge sull’omonimo isolotto. Proprio tra San Giorgio e la Basilica di San Marco si troverebbe la “Cauda Draconis” e non a caso. Del resto, per la simbologia cristiana, San Giorgio è il paladino della fede che uccide il Drago.  Indi, due Basiliche sacre a guardia delle oscure energie provenienti dal Dragone.

I Veneziani sono consapevoli di condividere i loro spazi con storie e fantasmi del passato

Come quella di Fosco Loredan, che emerge periodicamente dalle acque del Canal Grande tenendo fra le mani la testa mozzata della moglie, da lui decapitata per gelosia nel 1598.

Luca Baghino

Luca Baghino

Siamo costantemente in viaggio. Io ho scelto di esserlo praticamente e non solo metaforicamente. È meraviglioso varcare confini, lasciarsi andare dentro altre culture, scoprire provvisorietà di ciò che avevo scambiato per definitivo. Il viaggio è un investimento sulla propria felicità

GUARDA ANCHE

Riproduci video