Il nuovo inizio di Owsir

«La musica è una costante analisi interiore. Fare musica, per me, significa comunicare, trasmettere le esperienze maturate e tutte le passioni che ho. La musica è un concetto profondo, non solo una semplice valvola di sfogo: è ciò che ancora oggi mi tranquillizza, ciò che placa le mie ansie e che mi permette di esprimere quello che sento». Le parole di Antonio Deidda in arte Owsir, Mc e produttore cagliaritano di 35 anni, sono quelle di chi è consapevole della direzione che vuole prendere e di chi conosce l’importanza del proprio percorso. Un percorso fatto di sfide, sperimentazioni, passi in avanti che lo hanno portato a un nuovo inizio testimoniato dal singolo ‘’Vikings’’, in collaborazione con il talentuoso rapper della Louisiana Mike Consiglio, pubblicato su You Tube l’1 giugno. Il brano, che a metà giugno verrà caricato anche su Spotify, è prodotto dallo stesso Owsir che si è occupato anche del video, con il prezioso contributo di Massimo Montis per ciò che concerne le riprese e le foto. Due minuti e 14 di liriche ipnotiche e cupe che arrivano dritte al punto, il tutto valorizzato da un video girato tra le suggestive ambientazioni della Louisiana per ciò che riguarda Consiglio, mentre per quel che riguarda Owsir la scelta è ricaduta sulla Tomba dei Giganti e sulla Cascata di San Pietro Paradiso. Solidità e brillantezza sono i marchi di fabbrica di un pezzo evocativo e deciso che ricorda le atmosfere di grandi classici come ‘’Legacy of blood’’ dei Jedi Mind Tricks del 2004 così come di ‘’Temples of boom’’ dei Cypress Hill del 1995. La metrica di Consiglio e Owsir è fluida, i testi agguerriti e astrali, l’interpretazione intensa e appassionata. Elementi che portano l’ascoltatore a godersi un vero e proprio viaggio messo in musica, grazie a cui è possibile immergersi in scenari intriganti e accattivanti.

Owsir quando nasce la tua collaborazione con Mike Consiglio?

La stima e il rispetto reciproco, chiaramente, sono alla base di tutto. Con Mike Consiglio siamo in contatto, tramite amicizie e contatti in comune, già da un anno e mezzo circa. Inoltre, lui ha sempre apprezzato gli Mcs e i produttori italiani, quindi i presupposti per fare qualcosa assieme appena è capitata l’occasione c’erano tutti.

Come è stato per te cimentarti di nuovo con la scrittura?

La scrittura mi accompagna da quando sono adolescente, ho sempre scritto. Avevo la necessità di mettermi in gioco non solo come produttore ma anche come liricista e questo brano è capitato al momento giusto. Ho varie sfaccettature e voglio valorizzarle tutte appieno.

Oltre alla strumentale e al testo, hai curato anche il video.

Esattamente, anche questa è una grande passione che mi porto appresso sin da ragazzino, poi da dieci anni a questa parte sto lavorando con frequenza e meticolosità in questo settore, il che ha ampliato la mia preparazione e le mie conoscenze in materia.

Quali sono, in questo ambito, le figure che ti hanno ispirato e che stimi in particolar modo?

Gli esempi sarebbero infiniti, dovendo fare qualche nome direi serie televisive come ‘’Dark’’, oppure grandi classici come ‘’Shining’’ e capolavori di Tim Burton come i film su Batman del 1989, del 1992 e del 1995.

Stai lavorando, attualmente, a un disco dove sarai non solo produttore ma anche Mc?

È in previsione, ho un po’ di strumentali pronte su cui devo ancora scrivere. È tutto in divenire.

Di recente hai preso parte al ‘’FestivAle Cecina’’, che esperienza è stata?

Ho avuto il piacere di prendere parte a questo evento significativo, dedicato alla memoria di Alessandro Cavallini morto nel 2011 a soli 14 anni a causa di un tumore pediatrico, grazie ad Alessio Casedda in arte NAPA01 un esponente storico del rap sardo che stimo tanto e che mi ha chiamato per questa bellissima manifestazione. Sono molto contento di ciò e spero ci sia l’opportunità di tornare in futuro.

Avete qualcosa in programma con NAPAO1?

Sì, assolutamente. Con Alessio abbiamo pronto un pezzo prodotto da lui, e arrangiato da me, che si intitolerà ‘’Un punto nell’universo’’ e che uscirà come prossimo singolo.

Un anno fa hai fatto uscito il tuo disco da produttore ‘’Underbeatz’’: quanto è stato importante per te questo lavoro?

È stato sicuramente un bel momento e una bella occasione di crescita, grazie a cui sono riuscito a collaborare con tanti artisti di valore. Collaborare con ragazzi di talento non è mai semplice e non è assolutamente scontato. Mi ritengo soddisfatto, consapevole però di poter crescere ancora tanto e di poter fare sempre meglio.

Cosa hai in mente per questa estate ormai alle porte?

Sicuramente una serie di singoli, a cadenza mensile, accompagnati da video ufficiali. Gli artisti che coinvolgerò, per adesso, sono NAPA01 come ho anticipato prima e Shadi Fa. Ce ne saranno chiaramente altri, vedremo strada facendo quali.

Picture of Mattia Lasio

Mattia Lasio

Mattia Lasio è un funambolo della parola. Si alterna tra prosa, rime, articoli, racconti e molto altro che presto sarà chiaro. Cagliaritano classe 1995, si occupa di sport, cultura, spettacoli con gli occhi ben aperti su una quotidianità buffa che racchiude mille storie, apparentemente, celate.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video