Adriano Celentano – Il Ragazzo della Via Gluck

Non solo cantautore. Ma anche attore, regista, showman e autore televisivo. Artista poliedrico che a 84 anni riesce ancora a far parlare di sé. Adriano Celentano nasce a Milano nel 1938 nel quartiere di Greco, in via Cristoforo Gluck 14, dove trascorre i primi anni della sua vita. Quella via, che successivamente darà vita a una sua nota canzone.

Figlio di genitori pugliesi si sono trasferiti al nord per lavoro e in cerca di una vita migliore. Adriano Celentano dopo aver completato le scuole elementari inizia a fare diversi lavoretti, tra cui anche quello di orologiaio, passione che coltiva sino ad oggi.

A 15 anni inizia a suonare la chitarra. E’ nel periodo adolescenziale che inizia ad avvicinarsi alla musica e in particolar modo al genere del rock and roll, al punto da formare insieme a un gruppo di amici una piccola band, i Rock boys.

I primi concerti, le prime apparizioni, le conoscenze con il futuro Little Tony, iniziarono ad avvicinare il giovane Celentano verso il mondo dello spettacolo. Nel 1958 arrivò il primo contratto discografico. Ma il vero successo arriva nell’estate del 1959 con la canzone il tuo bacio è come un rock, in cui vince il Festival Adriatico della Canzone di Ancona.

Da lì in poi arriveranno altri grandi successi: i duetti con Mina, Sanremo, i film e molto altro ancora. È considerato uno dei più importanti esponenti della musica leggera italiana, ha pubblicato oltre 40 album discografici. Alla fine degli anni 70 raggiunge la sua notorietà anche all’estero.

Al molleggiato gli viene riconosciuto il merito di essere stato uno dei primi a comprendere i cambiamenti nel mondo della musica e del costume, introducendo di conseguenza in Italia un nuovo tipo di musica, influenzato dal rock and roll proveniente dagli Stati Uniti.

 

Vanessa Amico

Vanessa Amico

Siciliana doc, classe 1990, amante di esplorare posti nuovi, curiosa di tutto ciò che mi circonda, ho fatto di questo difetto (forse) il mio più grande pregio: amo scrivere, adoro raccontare. Oltre che collaborare per il periodico GpReport.it, scrivo per il blog di una web radio e per il quotidiano La Sicilia.

GUARDA ANCHE

Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video